HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Cold CaseOmicidio Bergamini: chiesta nuova autopsia
donato bergamini

Omicidio Bergamini: chiesta nuova autopsia

di

É stata chiesta una nuova autopsia per stabilire le cause delle morte di Denis Donato Bergamini morto a Roseto Capo Spulico nel 1989 mentre era insieme alla fidanzata. Il calciatore, idolo del Cosenza Calcio è stato investito da un camion di agrumi ma l’autista del mezzo pesante ha sempre sostenuto che il ragazzo si sia “tuffato”.

donato bergaminiLa famiglia Bergamini non ha mai creduto all’ipotesti del suicidio di Denis Donato e l’avvocato Fabio Anselmo in un’intervista rilasciata ai microfoni dello speciale della trasmissione “Chi l’ha visto?” ha detto che ci sono nuovi elementi per riaprire il caso sulla morte misteriosa del calciatore. Denis quel giorno era insieme alla fidanzata, Isabella Internò. All’epoca Bergamini militava in serie B ed era felice perché gli era stato rinnovato il contrato e l’ingaggio era aumentato, quindi non aveva alcun motivo per suicidarsi. L’ex fidanzata e il camionista che guidava il mezzo che lo ha travolto però hanno sempre sostenuto che il ragazzo si sia buttato sotto il camion. Tesi smentita dalle immagini scattate nel luogo in cui si è verificato il fatto e dalle prima autopsia.

Secondo l’anatomopatologo si è trattato di una messa in scena perché Bergamini è stato prima soffocato e poi lanciato sotto le ruote del camion. Carlo Petrini, ex centravanti di Genoa e Milan, scrisse un libro su questa vicenda per smontare la ricostruzione della Procura e quella di un brigadiere che raccontò di aver fermato un auto con a bordo la giovane coppia per un controllo il giorno prima. Questa deposizione fu molto importante perché per l’avvocato Anselmo, Bergamini era stato già ucciso il giorno prima. Con questa nuova autopsia si potrebbero stabilire le cause della morte del calciatore anche se sono passati 16 anni.

Un altro tassello importante nella vicenda è il fatto che Bergamini fosse diventato un corriere della droga, come sosteneva Carlo Petrini. Il calciatore girava in Maserati e aveva stretto amicizie nel giro giro della malavita. Ma non finisce qui, la sorella di Denis Bergamini ha raccontato che l’ex fidanzata era incinta e il calciatore aveva intenzione di riconoscere il bambino ma di non sposarla. La ragazza, ormai al quinto mese di gravidanza non poteva abortire in Italia, così andarono a Londra. Al rientro si separarono. Quanto accaduto doveva rimanere un segreto ma la famiglia scoprì tutto e Fabio Padovano, calciatore e compagno di stanza di Denis Bergamini, raccontò che aveva subito delle minacce ed era angosciato. Il movente potrebbe essere una vendetta perché la storia della droga non ha portato in nessuna direzione, mentre il delitto d’onore all’epoca era un rituale ancora diffuso nel sud.

Fonte: Il Resto del Carlino

Lascia un commento

Back to Top