HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidio di Ezio Taddei: l’imprenditore ucciso come Pasolini, fermato un ragazzo di 15 anni

Omicidio di Ezio Taddei: l’imprenditore ucciso come Pasolini, fermato un ragazzo di 15 anni

di

Un minorenne è stato posto in stato di fermo per l’omicidio di Ezio Taddei

ezio-taddeiSi tratta di un ragazzo rumeno di appena 15 anni, la persona fermata ed accusata dell’omicidio di Ezio Taddei nel Parco delle Cascine di Firenze.
Stanotte durante il primo colloquio con i magistrati che indagano sull’omicidio dell’imprenditore, avrebbe ammesso di avere avuto la sera dell’assassinio un rapporto sessuale con Ezio Taddei.
Il racconto poi è proseguito e il ragazzo ha descritto l’aggressione all’uomo, che sarebbe maturata per rabbia.
Prima ha iniziato a percuoterlo con le mani, poi avrebbe rotto il vetro della macchina, gli inquirenti gli hanno chiesto i motivi di tanta rabbia ma il ragazzo ha detto che non ci sarebbe una motivazione particolare.

Nei giorni scorsi gli inquirenti avevano fermato per l’omicidio di Ezio Taddei anche un altro rumento di 28 anni conosciuto già dalel forze dell’ordine perchè gravitava nell’ambito della prostituzione minorile.

Si tinge anche di contorni gialli l’arresto del ragazzino, che sarebbe stato fermato qualche giorno fa e sarebbe successivamente evaso per poi essere ricatturato.
Il minorenne era stato infatti accompagnato al centro di prima accaglienza dove però sabato notte era riuscito ad evadere sottraendo le chiavi dai dipendenti della cooperativa che gestisce il centro.
I carabinieri si sono mossi immediatamente e lo hanno rintracciato nei pressi della stazione.

Durante i rilievi della scientifica sulla macchina di Ezio Taddei era emersa un impronta digitale, dalla quale gli inquirenti sono rapidamente risaliti al ragazzo rumeno.

La sua scheda e le sue impronte erano infatti gia a disposizione della polizia in quanto alcuni mesi fa era stato denunciato per dei furti all’interno di un ipermercato e per aver rapinato ed aggreddito un altro ragazzo.
Dopo l’omicidio nel parco delel cascine il ragazzo non si era fatto più vedere in giro, e solo grazie ad una sorta di rastrellamento era stato identificato mentre girovagava presso via Nazionale.
L’identificazione ha portato rapidamente al collegamento con l’omicidio di Ezio Taddei, anche se dai racconti del giovani emergerebbe un rapporto sessuale, che però l’autopsia esclude.
Oggi davanti al giudice per le indagini preliminari vi è la convalida del fermo.

Lascia un commento

Back to Top