HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidio di Ferrara: Simone Bertocchi iscritto nel registro degli indagati

Omicidio di Ferrara: Simone Bertocchi iscritto nel registro degli indagati

di

C’è un indagato per l’omicidio di Ferrara. Si tratta di Simone Bertocchi fuggito subito dopo aver aggredito i due coniugi a Fossanova causando la morte di un uomo di 73 anni. Questa mattina si è consegnato ai carabinieri di Porotto.

lite ferraraSimone Bertocchi si è presentato questa mattina presso la caserma dei carabinieri di Porotto accompagnato dal suo legale. Ora è a disposizione del magistrato che lo interrogherà ma da indiscrezioni di stampa pare che abbia già confessato e abbia indicato dove si trova l’arma con cui ha ucciso Roberto Tosi Savonuzzi di 73 anni e ferito gravemente la moglie Raffaella Pareschi, di 63. Dopo un sopralluogo durato molte ore, la scientifica era riuscita a trovare i bossoli di una pistola calibro 6,35 ma dell’arma non c’era traccia. Domenica mattina, intorno alle 9 un elicottero sorvolava il cielo di Ferrara e nessuno ha sentito il rumore degli spari, nemmeno i vicini. I cani che non smettevano di abbaiare, ma nessuno vi ha fatto caso. Raffaella Pareschi intanto è ancora ricoverata in gravi condizioni, la 63enne si è gettata sul marito per proteggerlo ed è stata colpita alla schiena.

Simone Bertocchi non era da solo, ma insieme a lui c’era un altro individuo. Si sono allontanati dal luogo del delitto in bicicletta. Bertocchi, originario di Varese, ma da anni residente a Ferrara ha 36 anni. A riconoscerlo è stato il proprietario dell’immobile al civico 277 di Via Ravenna dove le vittime vivevano da dieci anni. Il suo nome era già noto alle forze dell’ordine perché aveva dei precedenti per violenza. Ma perché Simone Bertocchi era nel cortile dei vicini? Il giovane era il fidanzato di Sabrina, la nipote del vecchio padrone di casa Vittorio Chiccoli. Anche la ragazza è stata ascoltata dopo il delitto e i carabinieri hanno cercato delle tracce del fuggitivo della sua abitazione.

A scatenare la furia del giovane potrebbero essere state alcune richieste di sollecito e richiesta danni inviate dalla nipote del proprietario dell’immobile ai coniugi in merito alla risoluzione di un problema con le perdite d’acqua provenienti dal terrazzo. Ma secondo alcune indiscrezioni riportate da La Nuova Ferrara, la vittima aveva intenzione di presentare un esposto, perché aveva scoperto che Vittorio Chiccoli veniva privato della sua pensione. Su questa vicenda indagano gli inquirenti.

Lascia un commento

Back to Top