HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Cold CaseOmicidio Edoardo Sforna: l’appello dei genitori che vogliono far riaprire l’inchiesta

Omicidio Edoardo Sforna: l’appello dei genitori che vogliono far riaprire l’inchiesta

di

Ci sono alcuni casi di omicidio che vengono archiviati frettolosamente, altri invece hanno piste che conducono in un vicolo cieco, come quello di Edoardo Sforna. I genitori però non si rassegnano e sono tornati a “Chi l’ha visto?”.

edorardo sfornaNell’ultima puntata di “Chi l’ha visto?” andata in onda il 23 dicembre, è stato dedicato uno spazio ai genitori di Edoardo Sforna. Il ragazzo è stato ucciso con un colpo di pistola a distanza ravvicinata il 23 agosto del 2011. Nel 2013 i carabinieri arrestarono 17 persone in un’operazione antidroga, due di questi soggetti, uno vicino al clan Casamonica e l’altro ad una banda emergente, vennero ritenuti responsabili dell’omicidio di Edoardo Sforna. Le prove però non erano sufficienti, dunque non fu possibile aprire un processo.

Il padre di Edoardo Sforna è molto amareggiato perché le forze dell’ordine e le istituzioni, secondo lui, non hanno fatto abbastanza. Sicuramente l’unica colpa del ragazzo era di trovarsi nel posto sbagliato, al momento sbagliato anche se in base alle testimonianze raccolte, pare che Edoardo Sforna abbia avuto dei problemi con alcune persone nella piscina dove lavorava. Questa ipotesi è sempre apparsa poco credibile, ecco perché dopo aver scavato a fondo nella vita privata del 18enne rimane in piedi solo quella dello scambio di persona alla luce della somiglianza con un esponente del clan Casamonica.

L’estate del 2011, Edoardo Sforna lavorava come bagnino in piscina, era un ragazzo cordiale e disponibile e non si tirava mai indietro quando si trattava di lavoro. La sera dell’omicidio stava sostituendo un amico in ferie e doveva consegnare delle pizze a domicilio.

Fonte: Il mamilio – L’informazione dei castelli romani

Lascia un commento

Back to Top