HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsOmicidio Francesco della Volpe. Il cognato: “Non l’ho ucciso io”

Omicidio Francesco della Volpe. Il cognato: “Non l’ho ucciso io”

di

Per l’omicidio di Francesco Della Volpe negli ultimi giorni è stato arrestato Ernesto Fiumicello, cognato della vittima ritenuto l’esecutore materiale del delitto. Quest’ultimo nonostante le pesanti accuse continua a ritenersi innocente

francesco della volpeSecondo quanto pubblicato dal Tirreno, Ernesto Fiumicello avrebbe dichiarato di non essere stato lui ad uccidere nel 1991 Francesco Della Volpe: “Non sono io l’assassino di Francesco Della Volpe. Figurarsi che nel giugno del 1991 non ero nemmeno i Toscana. I guanti e il cappellino trovati nel bosco sulla scena del delitto con le tracce del mio Dna ? Li indossavo per lavorare nei cantiere con mio cognato, ecco perché ci sono rimaste impresse per 24 anni”.

Il presunto assassino ha continuato il suo racconto: “Tra gli anni Ottanta e Novanta ero sposato con la sorella maggiore di Carmela Granata, moglie di Francesco Della Volpe. In quel periodo abitavo ancora a Trentola Ducenta, nel Casertano, e lavoravo come spazzino. Ma tra il 1988 e il 1991 sono venuto molto spesso in Toscana, da mia cognata, per fare dei lavori col marito. Venivo spesso per aiutarlo nel cantiere. Quella era l’attrezzatura che aveva della Volpe e che mi dava per lavorare perchè quando venivo in Toscana portavo solo pochi abiti di ricambio e non i vestiti necessario per il lavoro.”

Inoltre, secondo le dichiarazioni di Fiumicello, sarebbe stata la moglie di Francesco Della Volpe a volerlo morto a causa del loro rapporto troppo burrascoso. La donna è infatti da tempo indagata per essere la mandante dell’omicidio anche se lei continua a confermare di non saper nulla riguardo il delitto del marito: “Si picchiavano tra di loro: graffi, schiaffi. E la situazione economica sapevo che non era buona. Ecco perché cercavo di calmare le acque”.

Fiumicello ha poi concluso la sua dichiarazione: “Fino al giorno del funerale sapevo che mio cognato fosse morto un incidente stradale. Andando a casa dei familiari di Carmela, la mamma di mia cognata mi disse che era stato ammazzato”.

Lascia un commento

Back to Top