HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidio Gaetano Spera: svolta nelle indagini

Omicidio Gaetano Spera: svolta nelle indagini

di

Emergono nuovi dettagli sull’omicidio di Gaetano Spera avvenuto lo scorso 25 marzo nei pressi della Villa Comunale di Giovinazzo. Sono stati arrestati i presunti killer. Il movente riguarda il regolamento dei conti per controllare la pesca.

delitti.netSono cinque le persone fermate dai carabinieri ritenute responsabili dell’omicidio a Gaetano Spera, il 22enne freddato a colpi di pistola alla fine del mese di marzo di quest’anno. Dalle indagini è emerso che i killer hanno agito per un regolamento di conti inerente la pesca nell’area compresa tra Giovinazzo e Santo Spirito.

Dopo quattro mesi sono partite le prime notifiche verso i componenti dello squadrone criminale che ha organizzato l’agguato a Gaetano Spera. I miltitari hanno dato esecuzione all’ordinanza emessa dal GIP del tribunale di Bari avanzata dal Procuratore della Repubblica del capoluogo pugliese. Si sono aperte le porte del carcere per quattro persone: un 19enne di Giovinazzo ritenuto il capo del commando, e tre incensurati di Bari Santo Spirito di 23, 26 e 32 anni. Su di loro pendono le accuse di omicidio, detenzione e porto illegale di armi da fuoco. La quinta persona fermata è un minorenne del luogo con precedenti penali accusato degli stessi reati. Per far luce sulle indagini è stato chiesto il supporto della DDA di Bari.

Gaetano Spera, la vittima, venne fiancheggiato dal commando armato dopo essere sceso dal suo scooter e fu ferito mortalmente da 8 colpi sparati da una pistola calibro 9. Nel corso dell’indagine è emerso che il 19enne di Giovinazzo aveva già tentato di uccidere Spera a settembre dello scorso anno, ma dopo il primo colpo la pistola si inceppò e la vittima riuscì a salvarsi.

Lascia un commento

Back to Top