HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidio Giancarlo Nocchia: il presunto assassino si è suicidato in cella

Omicidio Giancarlo Nocchia: il presunto assassino si è suicidato in cella

di

Giancarlo NocchiaLudovico Caiazza, 32enne originario di Napoli, si è tolto la vita in una cella del carcere di Regina Coeli dove era stato rinchiuso per l’omicidio di Giancarlo Nocchia, il gioielliere ucciso durante una rapina nel suo negozio situato nel quartiere Prati di Roma

Ad uccidere Giancarlo Nocchia sarebbe stato Ludovico Caiazza il quale nelle ultime ore è stato ritrovato senza vita nel carcere romano in cui era stato condotto. L’uomo si sarebbe ucciso impiccandosi con un lenzuolo e a lanciare l’allarme sarebbero stati degli agenti della polizia penitenziaria che avrebbero scoperto il 32enne senza vita durante alcuni controlli di routine: “Dalle prime notizie trapelate, Ludovico Caiazza aveva precedenti per violenza sessuale e aveva una situazione personale di forte disagio. Per questo, per tutelarlo, non era stato messo a contatto con altri detenuti”.

Ludovico Caiazza era stato bloccato nei giorni scorsi dopo la sanguinosa rapina in cui ha perso la vita Giancarlo Nocchia. Il 32enne al momento del fermo aveva con sè il cellulare della vittima, una pistola, contati e numerosi gioielli con ancora la targhetta della goielleria Nocchia. Fin da subito il rapinatore è stato sospettato di aver ucciso la vittima anche perchè lo stesso giorno dell’omicidio era improvvisamente scomparso facendo perdere ogni sua traccia anche alla compagna e ai familiari. Solo qualche giorno dopo il delitto i militari del Nucleo investigativo hanno individuato ed arrestato Caiazza che era a bordo di un treno partito da Caserta e diretto a Roma.

Dopo la scoperta del suicidio la Fns Cisl Lazio ha dichiarato: “Questo suicidio rappresenta un doppio fallimento poiché da un lato non è stata data la possibilità alla famiglia del gioielliere di vedere riconosciuta la giustizia e fare espletare in carcere la pena al presunto killer”.

Intanto la Procura di Roma ha aperto un fascicolo per la morte di Ludovico Caiazza. Secondo quanto annunciato dal Mattino, il procedimento non presenta indagati o ipotesi di reato. Nelle prossime ore sul corpo senza vita del detenuto sarà inoltre effettuata l’autopsia.

Lascia un commento

Back to Top