HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsOmicidio Giulio Regeni, parla l’esperto: “Delitto complicato”

Omicidio Giulio Regeni, parla l’esperto: “Delitto complicato”

di

giulio regeniIl Procuratore distrettuale di Trieste Carlo Castelloni ha dichiarato che l’omicidio di Giulio Regeni è di complicata risoluzione. Ecco le parole dell’esperto in dinamiche mediorientali

Un “delitto di complicata risoluzione, consumato in uno scenario internazionale delicatissimo ove l’Egitto è riuscito a rialzarsi con fatica da un rivolgimento interno”, è così che Carlo Mastelloni definisce l’omicidio del ricercatore Giulio Regeni.

Il movente del delitto è ancora difficile da delineale: “Per approssimazione si può pensare a forze che operino per reprimere forme di dissenso; il fatto però che la nuova compagine governativa stia ricucendo i rapporti a livello internazionale anche dal punto di vista economico, peraltro dopo aver subito più stragi sul territorio con inevitabili cadute per un turismo che volava alto e che questo episodio criminale abbia ovviamente gettato ombre sulla nuova gestione egiziana induce giocoforza a ritenere che i torturatori siano guardiani di bassa forza e fuori controllo istituzionale”.

Gli assassini di Giulio Regeni, come quelli di altri connazionali uccisi in terra egiziana, potrebbero non essere mai scoperti, dichiara l’esperto in un’intervista pubblicata da Il messaggeroveneto.gelocal.it: “Sulla base dell’esperienza giudiziaria in proposito. Alludo a casi di omicidi o scomparsa di giornalisti italiani all’estero i cui colpevoli non sono mai stati individuati”.

E per gli investigatori italiani che al momento sono in Egitto per le indagini dell’omicidio di Giulio Regeni? “Sono le autorità del posto, del Paese straniero che danno il là a un determinato filone di indagini; quelle italiane, anche se investite di qualche legittimazione, come per il delitto del giovane ricercatore friulano, non possono muoversi con i loro reparti investigativi con piena e totale autonomia in un territorio straniero salvo una completa concordia di intenti con gli organi locali di polizia”.

Lascia un commento

Back to Top