HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiFemminicidioNewsOmicidio Gloria Rosboch – Defilippi confessa e dichiara: “chiedo perdono merito l’ergastolo”

Omicidio Gloria Rosboch – Defilippi confessa e dichiara: “chiedo perdono merito l’ergastolo”

di

Piena confessione, ammissione di colpa e richiesta di perdono; cosi Grabiele Defilippi ancora una volta ha sorpreso tutti, dopo un comportamento totalmente differente e ostico ecco cosa ha dichiarato: “Chiedo perdono ai genitori di Gloria. Non pretendo che me lo concedano o mi ascoltino. So che è giusto che rimanga in carcere perché sono colpevole e merito l’ergastolo”.

Gabriele Defilippi- delitti.net Gabriele Defilippi, l’assassino di Gloria Rosboch, l’insegnante di Castellamonte uccisa il 13 gennaio con l’aiuto dell’ex amante Roberto Obert, davanti al procuratore capo di Ivrea Giuseppe Ferrando, ha rilasciato per ben quattro ore di dichiarazioni sulla sua colpevolezza e vari dettagli salienti sull’omicidio Rosboch, il colloquio è stato espressamente richiesto dallo stesso Defilippi tramite il suo avvocato Pierfranco Bertolino. Defilippi ha ribadito la sua colpevolezza ma ha soprattutto sottolineato l’innocenza della propria madre, Caterina Abbatista, in parte coinvolta nei fatti.

I due complici portarono la professoressa in un luogo isolato in campagna e lì in auto Defilippi la strangolò, poi con l’aiuto di Obert la gettò in un pozzo, una vecchia cisterna interrata ai bordi di un campo; questo dopo averla illusa e truffata di una grossa somma di denaro.  Oggi Defilippi è un fiume in piena di scuse e pentimento, qui di seguito alcune parti delle sue dichiarazioni durante la confessione:

«Non voglio più uscire dal carcere, perché fuori ci devono stare gli innocenti, dentro i colpevoli come me. Vorrei essere io al posto di Gloria. Sono profondamente pentito. Prima non mi rendevo conto, ero una persona diversa. Adesso capisco quello che ho fatto. Devo prendere l’ergastolo, ma non da solo. Adesso parlo perché il mio sangue è pulito ma all’epoca gridavo, dicevo e facevo delle cose senza senso. Ho visto i genitori di Gloria in tv e ho solo pensato: vorrei essere io al loro posto. Sono distrutto, mi accollo tutto. Voglio solo porgere le mie più sentite scuse alla famiglia. La mia vita in galera mi ha reimpostato, mi ha dato delle regole, sono seguito da consulenti, psicologi, educatori, tutte persone con cui mi trovo bene e che si prendono cura di me. Li ringrazio per questo».

Fonte: corriere.it

Il luogo dove fu gettato il corpo di Gloria Rosboch

Lascia un commento

Back to Top