HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsOmicidio Isabella Noventa: perquisito l’ufficio del Maresciallo Giuseppe Verde
maresciallo Verde

Omicidio Isabella Noventa: perquisito l’ufficio del Maresciallo Giuseppe Verde

di

Nella giornata di giovedi 28 aprile  gli agenti della Squadra Mobile hanno perquisito nei locali del  Comando provinciale dei carabinieri, l’armadietto personale del Maresciallo Giuseppe Verde, sottufficiale in forza alla Compagnia dei carabinieri di Padova.

maresciallo VerdeIl Maresciallo è persona informata nell’ambito dell’inchiesta per l’omicidio di Isabella Noventa, in quanto ex compagno di Debora Sorgato: la donna sospettata di omicidio volontario premeditato e occultamento di cadavere con la presunta complicità del  fratello Freddy e dell’amica Manuela Cacco. La perquisizione dell’armadietto fa seguito a quella effettuata l’8 marzo nell’abitazione di Verde, in via Vigonovese al civico 200, lì gli agenti trovarono in un armadio 124 mila euro e due pistole: una Beretta calibro 7.65, un centinaio di proiettili e un’Astra di fabbricazione spagnola calibro 9×21 corredata da 50 proiettili.

Tutto il materiale rivenuto nell’appartamento dell’ufficiale è attribuibile a Debora Sorgato, già indagata per  riciclaggio e detenzione illecita di armi da fuoco; intanto dalla Procura arriva decisione di ispezionare il lago nei pressi del ponte Darwin in zona San Lazzaro; perché è lì che, su segnalazione di una lettera anonima, inviata allo studio dell’avvocato Gianmario Balduin, legale della famiglia Noventa, pare sia stato gettato il corpo della donna scomparsa. Solo il ritrovamento del cadavere della povera Isabella forse potrà dipanare il mistero di questo caso.

 

Lascia un commento

Back to Top