HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsOmicidio Isabella Noventa: proseguono le ricerche del cadavere, perlustrato un deposito Q8

Omicidio Isabella Noventa: proseguono le ricerche del cadavere, perlustrato un deposito Q8

di

Omicidio Isabella Noventa: non si fermano le ricerche del cadavere della segretaria di Albignasego, ma ora gli inquirenti hanno allagato il raggio d’azione.

cisterne q8- caso noventa_delitti.netVenerdì scorso gli inquirenti con il supporto dei vigili del fuoco hanno effettuato una perlustrazione in un deposito “Q8”, nella zona circostante a San Lazzaro, a due passi dal locale dove si balla con musica latino-americana chiamato “Relax”, in via Ponticello; il locale era frequentato da Freddy Sorgato e da Manuela Cacco, che con Debora Sorgato sono accusati di ’omicidio premeditato e l’occultamento del cadavere della Noventa.

Freddy Sorgato lavorava proprio per la Q8 come autista,  addetto al trasporto delle cisterne di combustibile presso i clienti della compagnia petrolifera, era quasi d’obbligo allargare le ricerche nella zona del deposito della Q8; dopo quasi un mese di ricerche nelle acque del fiume Brenta, che non hanno dato esito nonostante la precisa indicazione di Sorgato che avrebbe dichiarato: “Ho gettato il corpo di Isabella nel Brenta in prossimità del ponte di Noventana, in via Argine destro”.

Ricerche inutili e dispendiose di uomini e mezzi,  che sono purtroppo costate anche la vita di un poliziotto esperto subacqueo, l’agente Rosario Sanarico, rimasto incastrato sott’acqua in una  chiusa, deceduto a causa dell’asfissia prolungata. Nel frattempo sono state anche avviate le indagini e i controlli su tutto il materiale informatico recuperato e cioè:  8 cellulari, 5 pc,  una chiavetta usb e un hard disk sequestrati a Freddy,  Debora Sorgato e a Manuela Cacco. Tutti gli elementi indicati saranno esaminati dall’esperto di polizia Ulrico Bardani; e sono stati messi a disposizione anche dei difensori dei tre accusati.

Fonte: Il Mattino di Padova

Lascia un commento

Back to Top