HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsOmicidio Julian Lazlo Razvan: arrestati il killer minorenne ed il suo complice

Omicidio Julian Lazlo Razvan: arrestati il killer minorenne ed il suo complice

di

Julian Lazlo RazvanJulian Lazlo Razvan, 19enne romeno, è stato ucciso giovedì sera nella stazione ferroviaria di Corsico. Per l’omicidio sono stati fermati due giovani ragazzi accusati di omicidio in concorso

Julian Lazlo Razvan è stato ammazzato per un debito di poche centinaia di euro, nello specifico per profumi ed abiti taroccati che il giovane non avrebbe consegnato in tempo. E’ per questo che al 19enne con una scusa era stato dato appuntamento sulla banchina della stazione di Corsico, un incontro che è stato purtroppo mortale per la vittima che dopo essere stata attirata in trappola è stato uccisa con una revolver calibro 22.

Nelle ultime ore l’assassino ancora minorenne di Julian Lazlo Razvan ed il suo complice Dario Calzone di 19 anni sono finiti in manette con l’accusa di omicidio in concorso. Ad invitare il 19enne nel luogo del delitto sarebbe stato Calzone con la scusa di farsi restituire un cellulare che quest’ultimo aveva prestato qualche giorno prima alla vittima. Una volta che Julian Lazlo Razvan è arrivato sulla banchina sarebbe entrato in azione il 16enne che avrebbe aperto il fuoco colpendo Julian Lazlo Razvan prima sul braccio e poi al torace. I due sono immediatamente fuggiti lasciando il 19enne agonizzante. Quest’ultimo è purtroppo morto dopo l’inutile soccorso del 118.

La vittima e i due assassini sono stati immortalati nelle telecamere di sicurezza poste all’esterno della stazione che “però se fossero state collegate direttamente alla centrale operativa dei carabinieri avrebbero permesso di intervenire tempestivamente”.

Dopo l’arresto dei due giovani, i quali avrebbero tentato la fuga dirigendosi a Rimini, è stata trovata in un cespuglio della stazione della metropolitana di Romolo l’arma del delitto. Per il momento le indagini continuano e le dichiarazioni rilasciate dai due assassini sono al vaglio degli investigatori che confronteranno i loro racconti per poter avere ulteriori certezze o esaminare eventuali incongruenze.

Lascia un commento

Back to Top