HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidio Julian Lazlo Razvan: fermate due persone

Omicidio Julian Lazlo Razvan: fermate due persone

di

Julian Lazlo Razvan è stato ucciso nei pressi della stazione ferroviaria di Corsico giovedì 23 luglio. Era noto alle forze dell’ordine per spaccio. Dopo una fuga di 5 giorni sono stati arrestati i complici, un italiano e un minorenne libico.

carabinieriJulian Lazlo Razvan è stato freddato con un colpo di arma da fuoco al torace esploso lo scorso giovedì intorno alle 23. Il 19enne si trovava nei pressi della stazione di Corsico, precisamente in Via Gramsci e, dopo 5 giorni di indagini, sono stati fermati i responsabili. Si tratta di Dario Calzone, un 19enne italiano e di K.M. 16enne di origine libica. Secondo i militari è stato proprio il minorenne a premere il grilletto della calibro 22 che ha ucciso il giovane romeno.

Il movente dell’omicidio è un debito che Julian Lazlo Razvan aveva contratto nei confronti di Calzone e che gli investigatori stanno cercando di decifrare. Pare che si tratti di poche centinaia di euro. A far scattare la rabbia a Calzone però è stata la mancata consegna di profumi e abiti, presumibilmente di provenienza illecita, promessi da Julian Lazlo Razvan. I due fermati hanno indicati ai militari il cespuglio dove hanno nascosto l’arma subito dopo il delitto, sulla quale sono in corso ulteriori accertamenti.

Julian aveva conosciuto Dario e il minorenne sui banchi di scuola e avevano frequentato la stessa palestra. Dopo l’agguato l’italiano e il libico avevano abbandonato i cellulari per evitare di essere intercettati. Tuttavia, grazie ad alcune testimonianze è stato possibile risalire alla loro identità e a rintracciarli mentre erano sulla spiaggia di Rimini.

Lascia un commento

Back to Top