HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsOmicidio Kercher: le motivazioni dell’assoluzione di Sollecito e Knox

Omicidio Kercher: le motivazioni dell’assoluzione di Sollecito e Knox

di

raffaele-sollecito-amanda-knoxAmanda Knox e Raffaele Sollecito a marzo sono stati assolti per il delitto di Meredith Kercher. I supremi giudici hanno depositato le motivazioni di tale scelta. Inoltre secondo la Cassazione, l’inchiesta di questo efferato omicidio è stata ricca di colpevoli omissioni e amnesie investigative

Meredith Kercher è stata uccisa il 1 novembre del 2007. Da quel maledetto giorno nelle indagini ci sarebbero state clamorose defaillance e omissioni di attività di indagine. Se non ci fossero state tali “amnesie” si sarebbe probabilmente “consentito, sin da subito, di delineare un quadro, se non di certezza, vuoi della colpevolezza, dell’estraneità degli odierni ricorrenti”.

Dopo diversi anni dall’omicidio per i giudici Amanda Knox e Raffaele Sollecito non avrebbero partecipato materialmente all’omicidio anche se non è escluso che nella casa di via della Pergola fossero presenti quel 1 novembre. L’unico ad essere considerato colpevole è Rudy Guede il quale è stato condannato a 16 anni di carcere per omicidio in concorso. Numerose sono le tracce che incastrerebbero Guede a differenza dei due ex fidanzati dei quali c’è stata una “assoluta mancanza di tracce biologiche a loro riferibili”. La sola traccia biologica rinvenuta sul gancetto del reggiseno della vittima non rappresenta invece alcuna certezza poiché “quella traccia è insuscettibile di seconda amplificazione, stante la sua esiguità, di talché si tratta di elemento privo di valore indiziario”.

Inoltre riprocessare ancora una volta la Knox e Sollecito per l’omicidio Kercher sarebbe inutile poiché non ci sarebbero ulteriori certezze e materiale su cui indagare. I giudici hanno infatti ricordato che i pc della Knox e della Kercher i quali avrebbero potuto dare informazioni utili alle indagini sarebbero stati “incredibilmente,bruciati da improvvide manovre degli inquirenti” e che le tracce biologiche rinvenute sulla scena del delitto sono di esigua entità tanto che non potrebbero essere rianalizzate.

Come pubblicato da IlFattoquotidiano.it, Sollecito ha dichiarato: “Emerge chiaramente è definitivamente che sono stato vittima di un clamoroso errore giudiziario che rimarrà alla storia”. Raffaele Sollecito sarebbe dunque stato processato ed arrestato da innocente.

Lascia un commento

Back to Top