HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsUltimissimeOmicidio Leotta: Arrestati 4 lituani

Omicidio Leotta: Arrestati 4 lituani

di

Sono accusati dell’omicidio Leotta, l’italiano ammazzato di botte nel Kent.

Quattro uomini di nazionalità lituana sono in stato di fermo per l’omicidio Leotta. Il giovane lecchese di 19 anni è stato ucciso di botte in Inghilterra domenica sera nel suo appartamento che condivideva con un suo coetaneo rimasto ferito durante il pestaggio.

Si tratta di quattro ragazzi Aleksandras Zuravliovas, 26 anni, Tomas Gelezinis, 30, Saulius Tamoliunas, 23, e Linas Zidonis, 21enne senza fissa dimora. Sono tutti residenti a Maidstone nella contea di Kent ed ora dovranno rispondere dell’accusa dell’ omicidio Leotta e di lesioni procurate all’amico della vittima, pestato per difendere colui con cui divideva l’appartamento.

omicidio leottaIl 19 enne era arrivato da pochi giorni a Maidstone per perfezionare il suo inglese. Aveva trovato lavoro come cameriere in un ristorante italiano, il “Vesuvius” ubicato proprio sotto l’appartamento che condivideva con l’amico.

Intanto si indaga per cercare di capire il motivo di tale gesto. Per ora gli inquirenti sembrano escludere l’aggressione a sfondo razziale anche se la stampa ha parlato in questi giorni di parole del tipo “Italiani di m…., ci rubate il lavoro”  urlate contro il giovane.

L’ipotesi pià plausibile, la più battuta dagli investigatori, è che il tutto sia scaturito per una sorta di vendetta dopo un primo battibecco che c’era stato all’interno del ristorante. I giovani hanno atteso la fine del turno di lavoro del ragazzo per presentarsi nell’appartamento di Joele e picchiarlo selvaggiamente sino ad ucciderlo.

Non appena la salma ritornerà nel suo paese natale Nibionno in provincia di Lecco, sarà proclamato il lutto cittadino così come confermato anche dal sindaco della cittadina Carlo Usuelli. Il sindaco ha riunito la giunta in una seduta straordinaria per discutere quali iniziative promuovere per dare l’ultimo saluto ad un loro concittadino.

Il primo cittadino intende coinvolgere entrambi i parroci del paese don Mario e don Luigi.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Back to Top