HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidio Loris Stival, il padre di Veronica: “Non è stata lei ad uccidere Loris”
veronica panarello

Omicidio Loris Stival, il padre di Veronica: “Non è stata lei ad uccidere Loris”

di

veronica-panarello01Il padre di Veronica Panarello, Francesco Panarello, è andato a far visita alla figlia nell’ex ospedale psichiatrico giudiziario di Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina. Dopo l’incontro l’uomo ha ribadito l’innocenza della donna, accusata di aver ucciso il figlio Loris Stival

Sono in tanti a pensare che sia stata proprio Veronica Panarello ad uccidere il figlio. Tra quelli che invece non si arrendono e continuano a credere nella sua innocenza, nonostante alcune dichiarazioni della donna riguardanti l’abbandono di Loris in quel canale maledetto, c’è il padre, che ha nuovamente fatto visita alla figlia.

“E’ provata, distrutta – ha commentato il signor Francesco – E’ uno scheletro che cammina. Veronica sta male veramente”. Secondo quanto pubblicato dal sito Blastingnews.com, l’uomo ha poi dichiarato di non credere alla nuova versione dei fatti raccontata da Veronica Panarello: “Secondo me non è stata lei ad uccidere Loris”. La donna avrebbe infatti negato di aver ucciso il figlio, ma avrebbe invece confermato che quest’ultimo sarebbe morto per un fatale incidente con le fascette di plastica e che per paura,avrebbe lei stessa occultato il corpo del bimbo in quel canalone del Vecchio Mulino.

“Anche la mamma più cattiva che vede il figlio che sta morendo – continua il papà di Veronica – non lo va di certo a buttare in un canalone. Forse sta coprendo qualcuno. Io, a differenza di altri non mi sono mai venduto per soldi. Mia figlia non l’abbandonerò mai. Chiedo la verità”.

Chi potrebbe essere la persona che Veronica Panarello da un anno continuerebbe a coprire? Loris potrebbe essere stato ucciso perchè aveva visto qualcosa che non avrebbe mai dovuto vedere? Chi è stato ad ucciderlo? Ancora troppi sono gli interrogativi di questo triste caso di cronaca, che vede come vittima un bambino di appena 8 anni, che in ogni circostanza non avrebbe mai dovuto pagare con la vita.

Lascia un commento

Back to Top