HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsOmicidio Loris, testimonianze shock contro Veronica Panarello: “Picchiava e insultava il figlio”

Omicidio Loris, testimonianze shock contro Veronica Panarello: “Picchiava e insultava il figlio”

di

Nelle ultime ore sono state rese note le motivazioni che hanno spinto i giudici a condannare Veronica Panarello a 30 anni di carcere per l’omicidio del figlio Loris Stival. La donna è stata descritta come una madre per niente amorevole

Veronica Panarello, si legge nelle 194 pagine in cui sono state raccolte le motivazioni di condanna, si sarebbe liberata del figlio come se questo fosse stato un sacco della spazzatura. La donna avrebbe ucciso e occultato il cadavere del figlio senza alcuna pietà o pentimento: “Si tratta di uno dei più gravi figlicidi di questi ultimi anni commesso con spietata furia omicidiaria e con una determinazione ed un disprezzo davvero glaciali. La donna non ha avuto alcun ritegno e rispetto neanche quando ha scaraventato il cadavere di Loris da quasi 3 metri di altezza procurandogli fratture alla teca cranica”.

Il piccolo Loris non avrebbe nemmeno opposto resistenza alla furia assassina della madre, la quale, secondo alcune indiscrezioni, avrebbe sempre trattato male il figlio.

In queste ore infatti sono emerse alcune testimonianze shock in cui è stato raccontato il rapporto madre-figlio: “Quasi quotidianamente la signora Panarello era solito proferire parole del tipo ‘testa di cazzo’ e ‘coglione’ – hanno dichiarato i vicini di casa di Veronica Panarello – Si sentivano rumori di sedie e oggetti sbattere per terra”.

Loris pare abbia più volte raccontato ai compagni che litigava spesso con la mamma e che gli mancava tanto il papà. Per questo motivo alcuni compagni di classe del bimbo, avrebbero soprannominato la Panarello “la pazza”.

“Ultimamente – hanno infatti dichiarato alcuni genitori dei compagni di classe di Loris – mio figlio mi ha riferito che Loris gli ha confidato che non stava molto volentieri con la mamma e che non vedeva l’ora che tornasse il papà perché la mamma lo picchiava“.

Un retroscena davvero triste, che non fa altro che peggiorare la situazione in cui si trova Veronica Panarello, accusata di un crimine terribile e contro natura.

Da: Fanpage.it e Leggo.it

Lascia un commento

Back to Top