HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsUltimissimeOmicidio Luca Varani: i legali di Marco Prato fanno ricorso al riesame, mentre i pm definiscono le responsabilità

Omicidio Luca Varani: i legali di Marco Prato fanno ricorso al riesame, mentre i pm definiscono le responsabilità

di

Secondo i pm Marco Prato e Manuel Foffo hanno selezionato la loro vittima, Luca Varani, come se si trattasse di un casting. Intanto i legali di Prato hanno fatto ricorso al riesame per entrare in possesso degli atti di cui si parla sui giornali.

omicidio luca varani-marco pratoSull’omicidio di Luca Varani è stato scritto tutto, sono molte le indiscrezioni che fuoriescono dalla caserma di Via Dante, dove i carabinieri continuano a lavorare sugli elementi raccolti, cercando di ricostruire quei due giorni a base di droga e alcol, una spirale di perdizione culminata con il massacro. I pm sono tornati ad interrogare Luca Prato, con l’intento di riuscire ad estorcere una piena confessione, senza tuttavia riuscirci, in quanto lo stesso ha dichiarato che nel piano di Manuel Foffo lui è stato semplicemente un “esecutore della volontà omicida del suo amico”. La difesa di Prato intanto ha presentato ricorso al riesame. Pasquale Bortolo ha dichiarato che vuole entrare in possesso degli atti di indagine di cui sembrano essere molto più informati i giornalisti. Michele Andrisano invece ha preferito non fare ricorso dicendo che prevede di presentare ricorso al tribunale della Libertà, aggiungendo che il suo assistito è molto provato.

Marco Prato con il gip avrebbe già parlato della sua omosessualità e dei rapporti tesi con i genitori sul suo orientamento sessuale. Ma non solo lui, anche Foffo avrebbe detto che la follia omicida si è scatenata quando ha pensato al padre. Il ragazzo che è stato il primo a confessare quanto accaduto nell’appartamento al Collatino, è stato sottoposto al prelievo del sangue per il test della droga ai fini dell’incidente probatorio che con tutta probabilità è atteso per dopodomani.

Luca Varani non è solo una vittima a caso, e questo è molto importante per restituire dignità a questo ragazzo di soli 23 anni attirato in una trappola con la promessa di un facile guadagno. I due killer hanno selezionato la persona di uccidere come se fosse un casting. A questa ipotesi sono giunti gli investigatori dopo gli interrogatori che si sono conclusi nelle scorse ore. Non si esclude che Luca Varani sia stato contattato più volte la mattina del 4 marzo, ma per avere conferme occorre attente i tabulati telefonici di Foffo e Prato. Il cellulare della vittima, gettato in un cassonetto non è mai stato trovato.

Fonte: La Stampa

Lascia un commento

Back to Top