HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsOmicidio Luca Varani, ancora scambi di accuse: parlano i legali degli assassini

Omicidio Luca Varani, ancora scambi di accuse: parlano i legali degli assassini

di

luca varaniManuel Foffo e Marco Prato, gli assassini di Luca Varani, continuano ad accusarsi a vicenda. Chi ha realmente inferto il colpo mortale alla giovane vittima? A questo proposito parlano i legali dei due indagati

Secondo quanto dichiarato da Michele Andreano, legale di Manuel Foffo, quest’ultimo non avrebbe mai ucciso se non fosse caduto nella trappola della cocaina. E’ per questo che Andreano chiederà molto probabilmente la perizia psichiatrica per il suo assistito: “Manuel è un consumatore abituale di cocaina, quello che si dice un cocainomane. Ne hanno acquistata 1.500-1.800 euro in 2 giorni. Una quantità rilevante, che unita ai superalcolici è una miscela esplosiva. Se riusciamo a dimostrare che in quel momento non voleva un fatto così grave, magari evitiamo l’aggravante che può portare all’ergastolo, cioè la premeditazione. Da un punto di vista tecnico assumere sostanze stupefacenti è un’aggravante, ma se questo uso è così massiccio al punto di renderlo incapace di intendere e volere in quel momento, lo scenario diventa diverso”.

Michele Andreano poi continua: “Secondo il mio assistito il colpo ferale è stato dato dal suo amico Marco, ma direi che non cambia molto, se vogliamo essere seri e oggettivi. Foffo (ndr) fin dal primo momento si è dimostrato pentito. Ha deciso di costituirsi, ha raccontato tutto quello che si ricordava al Pm, anche se era molto confuso. Ed è riuscito a far individuare l’altro complice. In qualche modo gli ha salvato la vita perché stava cercando di suicidarsi? Così dicono. Comunque è lui che ha collaborato alle indagini, è stato lui a far arrestare l’altra persona. Foffo parlando con il gip ha indicato tanti e tanti testimoni che sono andati all’interno dell’abitazione, qualcuno è arrivato ed è andato via. Altra gente è stata chiamata ma non è andata. Non so cosa abbia raccontato Prato, ma il mio cliente ha dato molti particolari e molti dettagli, anche perché è passato del tempo e quindi è molto più lucido. Ha aggiunto particolari secondo me importanti senza mai contraddirsi”.

Anche Pasquale Bartolo, l’avvocato di Marco Prato, ha lasciato qualche dichiarazione, e anche lui, ovviamente, ha difeso il suo assistito riguardo al colpo finale inflitto a Luca Varani: “Si è dimostrato pentito come un ragazzo che dopo aver fatto quello che ha fatto ha tentato il suicidio. Credo che non si debba neppure aggiungere nulla. Non è stato Marco Prato ad infliggere il colpo finale, la coltellata al cuore a Luca Varani”.

Fonte: Tgcom24

Lascia un commento

Back to Top