HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Cold CaseOmicidio Marco Vannini: la ragazza e il fratello erano presenti quando è partito il colpo mortale?

Omicidio Marco Vannini: la ragazza e il fratello erano presenti quando è partito il colpo mortale?

di

Ennesima svolta nel caso dell’omicidio di Marco Vannini, il bagnino ucciso a Ladispoli nella casa dei suoi suoceri. L’unico indagato attualmente è il suocero. Negli ultimi giorni si è diffusa la notizia che sulla ragazza e sul fratello sono state trovate tracce di polvere da sparo e questa è la prova che c’erano anche loro quando il ragazzo è stato colpito.

marco vanniniSono passati 4 mesi dalla morte di Marco Vannini ma non è ancora stata fatta luce sul caso. Tra informazioni riservate che non dovevano essere diffuse e querele la verità appare sempre più lontana, eppure alla luce delle nuove notizie che rimbalzano da un sito all’altro, pare che il muro di omertà di casa Ciontoli abbia qualche crepa. Le novità importantissime riguardano le persone presenti nella scena del crimine che dovrebbero essere 3. Ad Antonio Ciontoli si aggiungono i suoi due figli. Dai primi risultati dell’esame dello stub sono emerse tracce di polvere da sparo anche su Federico e Martina Ciontoli.

La ricostruzione dell’omicidio di Marco Vannini è come un puzzle che pian piano gli inquirenti stanno ricomponendo. La dinamica dell’omicidio potrebbe essere diversa da quella ufficiale. Ricordiamo che Antonio Ciontoli ha dichiarato che Marco Vannini era in bagno che faceva una doccia e quando lui è entrato per prendere le armi che aveva lasciato nella stanza per pulirle, incuriosito aveva chiesto di vederle da vicino ma è partito un colpo accidentale. I soccorsi sono arrivati in ritardo e nessuno ha mai detto che c’era un ferito grave.

Ma non finisce qui perché non c’è nessuna certezza che l’omicidio di Marco Vannini sia avvenuto in bagno. Secondo alcune indiscrezioni nella vasca non ci sono macchie di sangue, qualcuno potrebbe aver ripulito tutto o il delitto si è consumato in un’altra stanza. Il legale della famiglia Vannini ha dichiarato che quanto sta emergendo è un quadro abbastanza chiaro e tutti erano lucidi mentre Marco era agonizzante. Marina Conte è sempre più determinata a conoscere la verità ed è convinta che dietro la morte di suo figlio ci sia una precisa strategia.

Lascia un commento

Back to Top