HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiOmicidio Marco Vannini: le lacrime di Antonio Ciontoli nell’ultima udienza

Omicidio Marco Vannini: le lacrime di Antonio Ciontoli nell’ultima udienza

di

Antonio Ciontoli è stato ascoltato qualche giorno prima di Natale, in una nuova udienza del processo per l’omicidio di Marco Vannini. Tra le lacrime ha detto che il ventenne era come un figlio.

Mercoledì 21 dicembre i giudici sono tornati in aula per il processo per l’omicidio di Marco Vannini. La parola spettava ad Antonio Ciontoli il principale sospettato della morte del ventenne di Ladispoli. Il colpo mortale che ha ucciso Marco è partito proprio dalla sua pistola. Antonio Ciontoli tra le lacrime ha confessato che voleva molto bene al fidanzato di sua figlia Martina. Sul banco degli imputati c’è anche lei insieme alla madre, al fratello, anche sono accusati di omicidio volontario. Nella villetta dei Ciontoli quella sera di maggio c’era anche la fidanzata di Federico, per lei l’accusa è di omissione di soccorso. Quando Antonio Ciontoli è intervenuto si è sentito un brusio in aula.

Per l’accusa i soccorsi sono stati chiamati in ritardo inoltre come si evince dalle registrazioni ai sanitari nessuno ha detto che Marco Vannini era stato colpito da un proiettile. Il giovane poteva essere salvato? La tesi della questura è questa. La dinamica è ancora incerta, Antonio Ciontoli ha sempre detto che si è trattato di un incidente anche se, un militare come lui, sapeva sicuramente come maneggiare un arma. Prima dell’uomo è stato ascoltato il maresciallo Izzo, a cui Ciontoli ha telefonato in piena notte, sollecitandolo a recarsi al Pit. Quando è arrivato ha visto Marco Vannini sulla barella, il medico non è riuscito a spiegare il motivo per cui urlava dal dolore. Poi il ragazzo è deceduto.

Antonio Ciontoli durante l’udienza ha reso alcune dichiarazioni spontanee, confermando che ha telefonato ad Izzo, poi è andato in caserma dove hanno avuto un colloquio per spiegargli quello che era successo. Intanto arrivavano gli aggiornamenti sulle condizioni di Marco Vannini, tre in totale. Il prossimo appuntamento in aula è per il 16 gennaio, quando verranno sentiti i periti di parte.

Lascia un commento

Back to Top