HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiOmicidio Marco Vannini: per la madre del bagnino uccisio, Ciontoli continua a raccontare bugie

Omicidio Marco Vannini: per la madre del bagnino uccisio, Ciontoli continua a raccontare bugie

di

La mamma di Marco Vannini non si ferma nella sua battaglia per chiedere giustizia su quanto accaduto quella tragica sera del 17 maggio 2015 mentre era a casa della fidanzata. Il settimanale Giallo è l’unico che continua a dare spazio alla donna ed è possibile unirsi a lei firmando il modulo della petizione “giustizia e verità per Marco Vannini” che trovate allegato sul giornale.

marco vanniniLa scena del crimine è stata analizzata da cima a fondo e racconta una verità diversa da quella di Antonio Ciontoli. La mamma di Marco Vannini è convinta che tutti abbiano mentito e le perizie rivelano che l’omicidio non è avvenuto in bagno. La versione di Ciontoli, ex suocero della vittima, non ha mai convinto gli investigatori. Insieme a lui sono accusati di omicidio volontario i figli Martina (ex fidanzata della vittima) e Federico, la moglie Maria e Viola, la ragazza di Federico. Chi ha esploso il colpo che ha ferito mortalmente Marco Vannini? Perché i soccorsi non sono stati allertati immediatamente? Cosa nascondono i cinque indagati?

Antonio Ciontoli continua a dire che aveva lui in mano la Beretta 380 da cui è partito il colpo e che si è trattato di un tragico errore ma le perizie effettuate sull’arma hanno smentito ancora una volta l’uomo. Parte di questi importanti documenti sono stati riportati su Giallo e si legge chiaramente che devono essere eseguite alcune operazioni per azionare l’arma, quindi non si è trattata di una “leggerezza”, chi ha sparato l’ha fatto con l’intento di colpire Marco Vannini. Ciontoli sta difendendo qualcuno della sua famiglia ma in attesa di prove schiaccianti tutti gli indagati sono in libertà. A questo si aggiunge la testimonianza di un vicino che ha visto Federico e Viola uscire fuori dalla villetta in un orario compatibile con quello in cui è avvenuto l’omicidio di Marco Vannini. Dove erano diretti? Probabilmente hanno buttato la maglia che indossava la vittima quella sera e che potrebbe contenere tutte le risposte.

Lascia un commento

Back to Top