HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiOmicidio Marilia Rodriguez, Grigoletto era incapace di intendere

Omicidio Marilia Rodriguez, Grigoletto era incapace di intendere

di

Il nuovo avvocato di Claudio Grigoletto, che il 29 agosto 2013 uccise l’amante in attesa di un figlio da lui, ha chiesto una perizia psichiatrica per il suo assistito

 

marilia-rodrigues-silva-martins1Quando Claudio Grigoletto il 29 agosto del 2013 uccise l’amante brasiliana Marilia Rodrigues Silva Martins per nascondere il fatto che aspettasse un figlio da lei non era in gradi di intendere e di volere. Lo sostiene il suo nuovo avvocato, Luca Ricci, che in attesa del processo d’appello sta studiando la linea difensiva per l’uomo condannato in primo grado all’ergastolo per omicidio aggravato dalla premeditazione, dai futili motivi, dai motivi abietti e dalla minorata difesa della vittima, distruzione di cadavere e procurato aborto.

L’avvocato Ricci punta sostanzialmente su due fronti: chiedere l’incostituzionalità dell’ergastolo davanti ai giudici della Cassazione ma soprattutto chiedere una perizia psichiatrica che comprovi “i gravi disturbi di personalità” che gravano sulla personalità di Grigoletto, un mentitore cronico affetto anche da narcisismo e bipolarismo. Una situazione che in quei giorni era stata accentuata dall’arrivo del suo secondo figlio con la moglie, dai problemi finanziari della sua società aeroportuale, dalla crisi coniugale che viveva con la moglie.

Grigoletto quel 29 agosto dopo avere strangolato Marilia nell’ufficio della ditta a Gambara (nel bresciano), tentò di dare fuoco al corpo con giornali bagnati di acido muriatico e ammoniaca e finse anche la fuoriuscita del gas dalla caldaia manomettendo i bulloni, lasciando comunque una finestra aperta. Tutto questo secondo l’avvocato non significava dunque voler distruggere il cadavere. Inoltre il legale chiede anche le attenuanti generiche.

La prima udienza per l’appello non è stata ancora fissata, ma intanto per l’uomo potrebbe aprirsi anche un nuovo processo per calunnie dopo le accuse da parte del pm di aver depistato le indagini quando affermò che quel bimbo in arrivo non era suo ma di un suo amico.

Lascia un commento

Back to Top