HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
FemminicidioNewsOmicidio Marinella Bertozzi: il marito Giacomo Benvenuti l’ha uccisa con crudeltà

Omicidio Marinella Bertozzi: il marito Giacomo Benvenuti l’ha uccisa con crudeltà

di

La procura di Firenze ha chiuso le indagini sull’omicidio di Marinella Bertozzi massacrata a morte dal marito Giacomo Benvenuti, operaio di 41 anni di Fucecchio.

Marinella BertozziMarinella Bertozzi è stata massacrata di botte dal marito Giacomo Benvenuti. Il 30 ottobre del 2014, la povera donna morì per una serie di cause concatenate. Il fisico della 50enne era debilitato dall’uso di psicofarmaci di cui faceva abuso da tanti anni. Le lesioni trovate sul suo corpo non sono compatibili con una caduta accidentale, ma con pugni e colpi inferti con un oggetto contundente. Il perito che ha esaminato attentamente il fascicolo non ha lasciato spazio ad alcun dubbio e la posizione del marito agli arresti domiciliari dopo 9 mesi di carcere, si aggrava.

Per il legale dell’accusa vi sono tutti gli elementi per l’accusa di omicidio volontario. Marinella Bertozzi è morta sfinita. Nell’incidente probatorio saranno chiariti ulteriori aspetti. Intanto ricordiamo che Marinella Bertozzi era stata ridotta dal marito in uno stato di asservimento totale. Per anni aveva subito le angherie dell’uomo che l’aveva sottomessa e costretta al matrimonio nel 2013. Quando Benvenuti avvertì il 118, disse che appena tornato dal lavoro aveva trovato la moglie completamente ubriaca e con lo sguardo assente. Purtroppo l’intervento dei sanitari si rivelò inutile e il decesso venne catalogato come morte naturale.

Il fratello di Marinella Bertozzi però decise di sporgere una denuncia contro Benvenuti e la procura aprì un fascicolo contro l’uomo che è stato arrestato a marzo. Come accertato dall’autopsia, richiesta ai fini delle indagini, la morte era stata causata da uno shock emorragico. I medici rilevarono varie fratture alle costole, alcune molto vecchie, contusioni al cranio e al collo. Marinella Bertozzi annegava i dispiaceri di una vita nell’alcol e cercava conforto nei tranquillanti. Il rinvio a giudizio nei confronti del marito tiranno potrebbe arrivare nei primi mesi del prossimo anno.

Lascia un commento

Back to Top