HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidio Melania Rea: la Cassazione conferma la condanna a 20 anni per Salvatore Parolisi
Melania Rea

Omicidio Melania Rea: la Cassazione conferma la condanna a 20 anni per Salvatore Parolisi

di

È stata confermata la condanna a 20 anni per Salvatore Parolisi. La corte di Cassazione infatti ha rigettato il ricorso dei legali con cui venivano richieste le attenuanti generiche. Grande soddisfazione per la famiglia di Melania Rea, la vicenda si è chiusa come speravano.

Salvatore Parolisi

Salvatore Parolisi

Salvatore Parolisi è stato condannato all’ergastolo il 26 ottobre del 2012 con rito abbreviato per l’omicidio di Melania Rea. Il 30 settembre del 2013 la pena era stata ridotta a 30 anni in secondo grado mentre il 10 febbraio del 2015 la Corte di Cassazione ha rimandato la decisione del nuovo calcolo della pena alla corte d’assise d’appello del tribunale dell’Aquila, dopo aver fatto decadere l’aggravante della crudeltà. La corte riduce a 20 anni di carcere la pena. I legali però affinano la strategia chiedendo l’annullamento o un ulteriore sconto di pena che è stato negato, rendendo la sentenza definitiva.

Melania Rea era scomparsa il 18 aprile del 2011. La donna si era allontanata alla ricerca di un bagno, ma il marito, allarmato per il suo ritardo aveva denunciato la sua scomparsa. Le prime ricerche si rivelarono inutili e solo due giorni dopo venne ritrovato il suo cadavere, grazie ad una telefonata anonima. Dall’autopsia sul corpo di Melania Rea emerse che l’assassino si era accanito sul suo corpo, massacrato con 35 coltellate. Questo bastava per dimostrare la crudeltà. Ma i giudici non l’hanno pensata in questo modo.

Salvatore e Melania Rea avevano una figlia, Vittoria. All’epoca dei fatti la piccola aveva solo 11 mesi, e venne affidata ai nonni materni. L’avvocato della famiglia di Melania Rea ha commentato con soddisfazione la sentenza definitiva soprattutto in tempi difficili come quelli che viviamo, in cui ogni giorno c’è un nuovo caso di femminicidio.

Lascia un commento

Back to Top