HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidio Meredith Kercher: Raffaele Sollecito parla in aula

Omicidio Meredith Kercher: Raffaele Sollecito parla in aula

di

Giornata importante per il processo bis per l’omicidio Meredith Kercher. Ha parlato Sollecito.

Giornata importante oggi per il processo d’appello bis per l’omicidio di Meredith Kercher, la giovane studentessa uccisa il 1 novembre 2007 a Perugia.

Infatti oggi davanti alla corte d’Assise di Firenze si è tenuta l’udienza alla quale è intervenuto con una dichiarazione spontanea Raffaele Sollecito, accusato di essere uno degli autori del macabro delitto insieme alla sua fidanzata, l’americana Amanda Knox, prima di essere assolto in secondo grado di giudizio.

“Vorrei farvi capire come è assurdo che una persona a vent’anni, che ha sempre avuto una vita normale senza nessun colpo di testa, non mi è mai piaciuto andare alle feste in maniera ossessiva, non mi è mai piaciuto l’alcol, lo sanno tutti. Ho fumato qualche spinello ma la mia vita non è cambiata. Questo non cambia l’essere vero di una persona. In quel particolare periodo tutto ci poteva passare per la testa fuorché essere così spietati è per questo che vorrei farvi capire come sono assurde queste accuse nei miei confronti. Ero a una settimana dalla discussione della laurea. Ho speso quasi sei mesi in isolamento, poi mi hanno portato in un carcere di massima sicurezza e non auguro a nessuno di poter vivere questa esperienza. Tutta la mia vita di prima non c’è più, è stata cancellata e portata via. Ho questo genere di vita con cui sto battagliando ogni giorno per portare avanti la verità su questa vicenda. Sono stato arrestato in base a una impronta di scarpa nel sangue attribuita a me. Chi mi accusava ha in fretta e furia depositato questo come una corrispondenza perfetta rispetto alla mia impronta. Una tesi sbugiardata da un’altra notizia – ha dichiarato il giovane davanti ai giudici.

omicidio meredith kercherSollecito conclude la sua udienza commentando:

“Vi chiedo di guardare la realtà di tutta questa vicenda e considerare il grosso sbaglio fatto e potermi dare la possibilità che per una persona come me, un italiano come voi, ci possa essere la possibilità di avere una vita perché io una vita reale non ce l’ho. Vi chiedo questo e vi ringrazio.”

Per Approfondimenti:

http://it.wikipedia.org/wiki/Omicidio_di_Meredith_Kercher

 

 

Lascia un commento

Back to Top