HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsOmicidio Monni, la mamma del minorenne sospettato: “Mio figlio era con me”

Omicidio Monni, la mamma del minorenne sospettato: “Mio figlio era con me”

di

Durante la trasmissione televisiva “Quarto Grado” la mamma del minorenne di Nule indagato per l’omicidio di Gianluca Monni ha dichiarato che il figlio è sempre stato con lei prima e dopo l’assassinio del 19enne

gianluca monniLe frasi pronunciate dalla mamma del ragazzino 17enne, il quale nei giorni scorsi è stato interrogato per ore dagli inquirenti per far luce sul caso di Gianluca Monni, e dell’invitato di Quarto Grado, Pierangelo Maurizio, sono state riportate dal sito La Nuova Sardegna.

Modi gentili e molto cortesi quelli della mamma del minorenne che hanno addirittura colpito Pierangelo Maurizio: “Mi ha fatto accomodare in casa, sottolineando più volte che il figlio era con lei sia la sera precedente l’omicidio sia la mattina del delitto di Gianluca. Pensavo che non volesse parlare, invece…”.

Con sua grande sorpresa la donna ha raccontato tanti particolari delle ore trascorse con il figlio prima che venisse sospettato di essere informato anche sulla misteriosa scomparsa del 25enne Stefano Masala, amico di Gianluca Monni: “Lei ha anche detto che Stefano lo conosceva, ma non sapeva se quella sera i due si fossero incontrati. Ha però aggiunto che dopo aver cenato con lei, il ragazzo era uscito per pochi minuti per raggiungere i suoi amici al solito bar ritrovo in paese e poi era rientrato a casa”.

Stefano Masala, il quale prima di scomparire nel nulla avrebbe chiesto l’auto al padre con la scusa di uscire con una ragazza, potrebbe essere stato ucciso. Intanto gli investigatori ipotizzano anche che ad entrare in azione e ad uccidere Gianluca Monni potrebbero essere stati dei killer professionisti incaricati di fare fuori il ragazzo non si sa ancora per quale motivo. Questi ultimi avrebbero seguito per giorni il 19enne per poi entrare in azione e svanire nel nulla.

Le indagini continuano senza tregua nella speranza di risolvere questo ennesimo giallo.

Lascia un commento

Back to Top