HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsOmicidio Pietro Sarchiè, Giuseppe Farina si dichiara innocente: “Non l’ho ucciso io”
Pietro Sarchiè

Omicidio Pietro Sarchiè, Giuseppe Farina si dichiara innocente: “Non l’ho ucciso io”

di

pietro sarchièDopo l’arresto di alcune persone per l’omicidio di Pietro Sarchiè, il venditore di prodotti ittici trovato senza vita il 18 giugno scorso, Giuseppe Farina ha rivelato al Pm di aver partecipato all’agguato ma di non essere stato lui ad uccidere la vittima

Giuseppe Farina è il principale indagato per il delitto di Pietro Sarchiè. L’uomo, arrestato insieme al figlio, avrebbe dichiarato: “Ho partecipato all’agguato, ma non sono stato io ad ucciderlo”.

Farina ha indicato il nome del vero assassino e ad appoggiare le sue parole sono stati i suoi difensori, gli avvocati Mauro Riccioni e Marco Massei, che hanno affermato che quest’ultimo aveva l’obiettivo di spaventare la vittima ma non di ucciderla.

L’indagato, stando al suo racconto che è ora al vaglio degli inquirenti, aveva preparato un agguato insieme ad un’altra persona per intimorire Pietro Sarchiè. L’esecutore dell’omicidio avrebbe improvvisamente sparato un colpo di pistola ferendo lievemente la vittima ad una spalla. A quel punto Farina e il complice avrebbero raggiunto a bordo di un furgone la Valle dei Grilli.

Farina avrebbe consigliato di legare Pietro Sarchiè ad un albero per lasciarlo lì ma, mentre faceva inversione con il mezzo, avrebbe sentito degli spari. Chi ha materialmente commesso l’omicidio dell’uomo avrebbe giustificato il gesto dicendo: “Ormai ci aveva visti”.

Il furgone è stato successivamente nascosto nel capannone di Santo Seminara che è stato indagato per favoreggiamento insieme a Domenico Torrisi che avrebbe invece venduto ogni singolo pezzo del furgone.

Il corpo di Pietro Sarchiè fu ritrovato semicarbonizzato qualche settimana dopo nelle campagne di San Severino Marche. L’uomo era scomparso nel nulla dopo essere uscito di casa per consegnare del pesce. Gli esperti hanno ritrovato il cadavere che era stato sepolto a metà, ovvero in modo molto superficiale tanto da far diffondere ovunque il cattivo odore il quale ha attirato l’attenzione di tutti.

Lascia un commento

Back to Top