HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidio Pordenone: indagata anche la fidanzata di Giosuè Ruotolo

Omicidio Pordenone: indagata anche la fidanzata di Giosuè Ruotolo

di

rosaria patroneDopo mesi di indagini, nell’inchiesta sul duplice omicidio di Pordenone spunta una nuova indagata. Si tratta di Rosaria Patrone, fidanzata di Giosuè Ruotolo, il militare che avrebbe ucciso Trifone e Teresa

Arriva una svolta nelle indagini dell’omicidio di Pordenone. La fidanzata di Giosuè Ruotolo, Rosaria Patrone, è stata iscritta nel registro degli indagati con l’ipotesi di favoreggiamento e false attestazioni. La ragazza sarà nuovamente interrogata dalla Procura di Pordenone nei prossimi giorni. Gli esperti vogliono verificare la veridicità della sua versione dei fatti, poichè sembrerebbe che negli interrogatori precedenti la studentessa sarebbe caduta più volte in contraddizione.

A questo nuovo interrogatorio la 24enne sarà accompagnata da un legale, ma potrebbe in ogni caso non dare alcuna risposta alle tante domande degli inquirenti e avvalersi quindi della facoltà di non rispondere. “In questa fase non possiamo rilasciare alcuna dichiarazioni”, avrebbe commentato il pm Marco Martani.

Nel frattempo continuano ad essere nel mirino degli investigatori anche le conversazioni avvenute tra Patrone e Ruotolo negli attimi che hanno seguito o preceduto il duplice omicidio. Una delle conversazioni, resa pubblica dal settimanale Giallo, è ormai diventata nota. Rosaria Patrone, in un messaggio su Whatsapp, chiede al fidanzato: “Amore, hai fatto qualcosa che non mi hai detto?”. Dieci minuti prima a questa domanda, Trifone e Teresa erano stati freddati da sei colpi di pistola. La risposta di Ruotolo arriva però dopo mezz’ora: “No, lo sai amore, ti dico sempre tutto”. Messaggi che soltanto per la tempistica hanno incuriosito gli esperti. Questi potrebbero nascondere una grande verità o potrebbero essere stati inviati senza alcun secondo fine.

Tanti sono i dubbi anche su una telefonata tra Giosué Ruotolo e la sua fidanzata, dove quest’ultima lo informa di essere stata sentita dai carabinieri e che questi avrebbero preso il suo numero dal telefono di Trifone. A scoprire ulteriori novità saranno soltanto le ricerche.

Lascia un commento

Back to Top