HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsUltimissimeSalvatore Di Grandi ucciso da un amico mentre guidava

Salvatore Di Grandi ucciso da un amico mentre guidava

di

Salvatore Di Grandi è stato ucciso da Giovanni Caruso che dal sedile posteriore dell’auto ha sparato due colpi di pistola mirando alla nuca dell’uomo

Due sono gli uomini arrestati per il delitto commesso, il 38enne Giovanni Caruso e il 46enne Alfredo Scatà, che seduto accanto alla vittima sul sedile passeggero è stato accusato di concorso in omicidio volontario.

Una serata trascorsa insieme a bere e subito dopo l’omicidio di Salvatore Di Grandi, avvenuto  nel parcheggio del “Palaminardi”, a Ragusa dove alcuni giovani che stazionavano nella zona, hanno subito allertato i poliziotti e chiamato il 118.

A sparare è stato Giovanni Caruso che durante gli interrogatori ha esplicitamente dichiarato: «L’ho ucciso perchè tre anni fa mi aveva umiliato davanti a tutti».

Un rancore che dunque è cresciuto sempre più  in questi ultimi tre anni nei confronti di Salvatore Di Grandi, tanto fino a diventare un vero e proprio assassinio, che pare un motivo parecchio futile per gli inquirenti che stanno confermando l’assenza di qualche lato ancora oscuro della vicenda.

salvatore di grandiL’interrogativo rimane fermo sul muratore Alfredo Scatà, quale ruolo avrebbe avuto l’uomo in tutta la vicenda? Era a conoscenza delle intenzioni di Caruso e per questo può essere considerato un complice? O si è ritrovato per puro caso ad assistere ad un omicidio?

Dopo aver ucciso Di Grandi con due colpi di pistola calibro 6,35 alla nuca, i due uomini sarebbero subito fuggiti abbandonando l’uomo ormai senza vita nel parcheggio, ma trascorsa qualche ora, a rintracciarli sono stati gli uomini della squadra volanti guidata dal vice questore Antonio Ciavola che hanno arrestato Caruso nel bar del fratello dove lavorava e Scatà nella sua abitazione.

La vittima non avrebbe mai pensato che una serata trascorsa in compagnia di amici, potesse essere in realtà una trappola mortale e che l’omicida sarebbe stato proprio uno dei suoi amici.

Lascia un commento

Back to Top