HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
FemminicidioNewsOmicidio Sara Di Pietrantonio: per Franca Leosini è un capolavoro di indifferenza

Omicidio Sara Di Pietrantonio: per Franca Leosini è un capolavoro di indifferenza

di

Non si placano le polemiche sull’omicidio di Sara Di Pietrantonio, la 22enne bruciata viva a Roma dal suo ex fidanzato. Perché nessuno si è fermato ad aiutarla? La risposta di Franca Leosini su Huffington Post.

sara di pietrantonioFranca Leosini è stata intervistata da Huffington Post in merito all’ultimo caso di femminicidio. Sara Di Pietrantonio, una bella ragazza di 22 anni, è stata uccisa la scorsa notte dal suo ex fidanzato, Vincenzo Capuano. Sara è stata trovata carbonizzata vicino all’auto della madre. Il 27enne, messo davanti all’evidenza dei fatti ha provato a negare, poi è arrivata la confessione. I due si erano lasciati da qualche tempo e Sara Di Pietrantonio aveva una nuova storia che l’ex non riusciva ad accettare. In questa nuova pagina di cronaca nera però, ancora una volta sorprende l’indifferenza. Per il procuratore, se gli automobilisti passaggio si fossero fermati, la giovane non sarebbe morta. Sara correva su Via della Magliana e chiedeva aiuto, ma i passanti hanno detto che non avevano capito cosa stesse succedendo. Come è possibile?

Franca Leosini ha ricordato che non tutti “se la sentono” di intervenire, eppure non ci vuole niente a chiamare la polizia e denunciare una situazione sospetta. Oltre all’indifferenza però, colpisce il fatto che questo femminicidio non è molto diverso dagli altri: c’è un uomo che non accetta la fine della relazione e una donna che viene punita. Il reato di stalking sfocia sempre più spesso in tragedia ed è un fenomeno difficile da arginare perché è quasi impossibile fare i conti con la follia umana. Anche voltare le spalle ad una ragazza sola in piena notte che urla dovrebbe essere un reato.

Intanto lo psichiatra e scrittore Paolo Crepet ha lanciato un appello che non deve essere sottovalutato: «Mai andare all’ultimo appuntamento». Sara Di Pietrantonio ha ceduto alle richieste del suo ex. Per Crepet è importante non “cedere, dopo la rottura di una storia soprattutto se la persona l’ha presa male, ha già alzato la voce o le mani, e andare all’incontro per farsi ridare gli effetti personali. Chi se ne importa delle scarpe, dei vestiti, delle catenine, delle foto… Si può sostituire tutto. E se proprio è necessario, andateci in gruppo”.

Lascia un commento

Back to Top