HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsOmicidio Sarah Scazzi, le minacce di Misseri: “Se Cosima e Sabrina saranno condannate mi uccido”

Omicidio Sarah Scazzi, le minacce di Misseri: “Se Cosima e Sabrina saranno condannate mi uccido”

di

SARAH: DIFESA IMPUTATI CHIEDE NUOVO ESAME ZIO MICHELEMichele Misseri ha inviato una lettera indirizzata alla figlia Sabrina. A pubblicarla è stato il settimanale Oggi

Michele Misseri non accetterà mai la condanna di moglie e figlia. E’ per questo che, in attesa dell’ultimo processo, ha deciso di scrivere una lettera in cui si è nuovamente autoaccusato dell’omicidio di Sarah Scazzi, minacciando anche di togliersi la vita nel caso in cui venisse confermata la condanna di Cosima e Sabrina: “Se la Cassazione confermerà la condanna di mia moglie e mia figlia mi ammazzo. Ho strangolato io Sarah, ma non l’ho fatto apposta”.

Michele è preoccupato per la figlia Sabrina: “Lei non risponde alle mie lettere. Spero che stai bene, almeno di salute… Io ti penso sempre”. Fu proprio lui a coinvolgerla nell’omicidio, ritrattando in seguito senza essere mai creduto dagli inquirenti.

Ricordiamo infatti, che Misseri si accusò inizialmente di aver ucciso la nipote, dando in seguito la colpa a moglie e figlia, per poi autoaccusarsi ancora una volta. A non credere più alle sue parole è anche Cosima Serrano, moglie di Michele e mamma di Sabrina: “Michele si accusa dell’omicidio perché si sono accordati in questo modo. Lui continua con questa farsa ma sa perfettamente che ormai tutto è stato detto. Gli rimordeva la coscienza, così, a modo suo, ha fatto venire a galla la verità”.

Lascia un commento

Back to Top