HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsOmicidi in FamigliaOmicidio Settimo San Pietro: celebrati i funerali dei coniugi Diana massacrati dal figlio adottivo

Omicidio Settimo San Pietro: celebrati i funerali dei coniugi Diana massacrati dal figlio adottivo

di

Omicidio Settimo San Pietro: sono stati celebrati i funerali di Giuseppe Diana e Luciana Corgiolu, i coniugi massacrati la scorsa domenica dal figlio adottivo Igor che durante la confessione resa agli inquirenti ha dichiarato: “Li ho uccisi ma non so perché”.

Igor Diana

Igor Diana

Una folla di migliaia di persone commosse e addolorate si è raccolta intorno alle due bare degli sfortunati genitori massacrati ferocemente dal figlio adottivo che avevano accolto quando ancora era in tenera età e cresciuto; il parroco don Giuseppe Orrù ha espresso durante il rito funebre parole accorate ricordando Giuseppe e Luciana: “Sono andate vie due stelle, una luce che non c’è più. Qui resta la luce del loro impegno per gli altri quando il signor Giuseppe signora Luciana erano in vita”.

I due coniugi erano benvoluti dalla comunità alla quale dedicavano il loro tempo e il loro contributo da bravi cittadini e cristiani impegnati nel sociale, non a caso alle onoranze funebri erano presenti anche i rappresentanti  di varie associazioni di volontariato, arrivati da svariate zone dell’isola tra le quali: Sinnai, Assemini, Villasimius.

Ha accompagnato i due feretri al cimitero un mesto e emozionato corteo di persone: Alessio, fratello di Igor, vari familiari delle due vittime arrivati dal Sulcis e dall’Ogliastra, tutti gli abitanti del paese con in testa il sindaco Gigi Puddu che ha proclamato per la scomparsa tragica di Giuseppe e Luciana il lutto cittadino. I coniugi sono stati massacrati con una mazza da baseball e un grosso coltello da cucina, poi l’omicida è rimasto per due giorni in casa con i cadaveri, prima di fuggire.

Intanto dal carcere trapelano i dettagli della confessione di Igor: “Ho avuto un impulso irrefrenabile”; l’omicida è stato arrestato giovedì e dopo un interrogatorio mediamente lungo ha ammesso di aver ammazzato il padre e la madre ma non è stato in grado di spiegare per quale motivo, perché,”forse un raptus” ha dichiarato il giovane al pm; Igor ora è piantonato all’ospedale di Iglesias, dove sarà operato a un gomito per le ferite riportate nello scontro a fuoco avuto con la polizia la notte della sua cattura.

Fonte news e foto: unionesarda.it

Lascia un commento

Back to Top