HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsTrendsUltimissimeOmicidio Stival: trovate tracce di sangue dell’assassino sotto le unghie del bambino, il cerchio si sta per chiudere?
Loris Andrea Stival

Omicidio Stival: trovate tracce di sangue dell’assassino sotto le unghie del bambino, il cerchio si sta per chiudere?

di

Emerge un particolare agghiacciante che alimenta i sospetti sulla madre del piccolo Loris. Dall’autopsia, si evidenzia il bambino morto per asfissia da strangolamento con una fascetta da elettricista

a cura di Immacolata Corso

Andrea Loris StivalQuel laccetto di plastica non é usuale in casa. Ma come mai, Veronica Panarello consegna alla maestra, nel giorno in cui questa si recava in casa Stival per le condoglianze, un mazzetto di fascette?
“Ve le restituisco,  sono quelle che servivano per la lezione di scienze” queste le parole di mamma Veronica alla maestra che, per quanto avesse sospettato la cosa, le ha consegnate subito alla polizia. I bambini – afferma la maestra –  non hanno mai lavorato con quelle fascette di plastica né per le ore di scienze né per ricerche o compiti di altro genere.
Veronica tornerà in questura in queste ore e sarà sottoposta al terzo interrogatorio.

Intanto, sono state SEQUESTRATE LE FORBICI trovate in casa, con cui l’assassino avrebbe potuto tagliare quella fascetta di plastica.

Dall’autopsia arrivano anche i primi risultati del DNA: tracce di questo sono rinvenute sotto le unghie del bambino, probabilmente avrà lottato con tutte le sue forze per difendersi. Di chi è quel sangue?.

Tre probabili veritá attorno all’assassino:

1) SEQUESTRATE LE FORBICI trovate in casa Stival, con cui l’assassino avrebbe potuto tagliare la fascetta di plastica.

2) IL DNA
Dall’autopsia, tracce di DNA sono rinvenute sotto le unghie del bambino, probabilmente avrà lottato con tutte le sue forze per difendersi. Di chi è quel sangue?.

3) L’ORRORE DELLE FASCETTE
Le fascette sono compatibili – secondo i medici legali – con le ferite riportate sul collo del piccolo Loris. Si attendono i riscontri certi dell’autopsia per confermare tutto. Le fascette furono consegnate alle maestre il lunedì dopo la scomparsa del bambino.

Ecco un possibile scenario
Analizziamo il comportamento di Mamma Veronica.
Sembra quasi che prima che l’autopsia rilevasse le cause del decesso ( per asfissia da strangolamento dovuta ad una fascetta di plastica ), Veronica avrebbe tentato di depistare le indagini consegnando il mazzetto di fascette alle due insegnanti, le quali avendo avvertito la polizia, dichiarono che non avrebbero mai richiesto tali oggetti agli alunni perché ritenuti pericolosi.
Dove è andato a penderle e come faceva il padre a sapere dove fossero?.

Approfondisci: 5 omicidi di bambini in ITALIA che hanno scioccato l’opinione pubblica

Lascia un commento

Back to Top