HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsUltimissimeOmicidio Strever: Chiesti 30 anni per l’omicida

Omicidio Strever: Chiesti 30 anni per l’omicida

di

L’accusa ha chiesto una condanna di 30 anni per Hamid Maathaoui, reo confesso dell’omicidio Strever.

C’è grande attesa al tribunale di Vasto per la sentenza di primo grado ai danni del marocchino Hamid Maathaoui , 36 anni, reo confesso dell’omicidio di Michela Strever, pensionata di 68 anni avvenuto il 19 dicembre dello scorso anno.

L’uomo è accusato di omicidio aggravato e rapina con tre aggravanti: la crudeltà, il nesso telelogico e la limitata capacità di difesa della vittima, che aveva forti problemi di deambulazione. Il pubblico ministero Giancarlo Ciani ha chiesto con rito abbreviato per lui una condanna da 24 a 30 anni di carcere.

L’uomo messo alle strette dal sostituto procuratore Ciani confessò di aver legato e aggredito a calci e pugni l’anziana per il fine di derubarla anche se ha sempre sostenuto che quando andò via la donna era slegata e ancora in vita.

Però secondo il legale della famiglia Strever Arnaldo Tascione non era Michela la vittima designata del marocchino ma bensì suo fratello Antonio. Secondo la loro ricostruzione l’intenzione di Hamid Maathaoui era quella di recarsi a casa di Antonio Strever per regolare alcune vecchie faccende,probabilmente avendo già in mente di ucciderlo, ma non riuscendo ad entrare nell’abitazione di Antonio si sarebbe diretto verso al casa della sorella Michela alla ricerca disperata di soldi, ammazzandola così di botte.

omicidio streverNonostante ciò l’intera famiglia Strever, rimasta profondamente scossa da quell’accaduto ha deciso di costituirsi parte civile al processo e tramite l’avvocato ha fatto sapere che comunque si aspettano una condanna molto severa per l’omicidio Strever, magari in linea con la richiesta del pubblico ministero.

La difesa invece presieduta dall’avvocato Nicola Artese, nella sua arringa ha chiesto ai giudici di tenere conto, nel calcolo della pena, del fatto che l’uomo ha confessato di aver commesso il delitto e, in questo modo, ha collaborato con gli inquirenti.

L’udienza, l’ultima prima della sentenza verterà principalmente sulla ricostruzione dell’esatta dinamica dell’omicidio Strever avvenuto il 19 dicembre 2012  e la sentenza salvo imprevisti è attesa per in serata.

Lascia un commento

Back to Top