HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidi in FamigliaOmicidio-suicidio: Cesare Cuozzo ha ucciso moglie e figlio per poi togliersi la vita
carabinieri

Omicidio-suicidio: Cesare Cuozzo ha ucciso moglie e figlio per poi togliersi la vita

di

Cesare CuozzoUn terribile duplice omicidio-suicidio avvenuto nelle ultime ore ha sconvolto l’intero quartiere di San Giovanni a Teduccio. Ad uccidere moglie e figlio per poi togliersi la vita è stato Cesare Cuozzo, ex bidello di 53 anni. Gli esperti indagano ora su questa triste strage familiare

Cesare Cuozzo, la moglie Anna Daniele ed il figlio Nicola sono stati trovati senza vita nel loro appartamento in via ammiraglio Aubry a San Giovanni a Teduccio.

Secondo le prime ricostruzioni del caso, l’uomo avrebbe ammazzato prima i due familiari per poi suicidarsi. Quest’ultimo sembrerebbe inoltre che fosse in cura per problemi di depressione poichè sul luogo del delitto, oltre la pistola utilizzata per compiere la strage, sarebbero stati rinvenuti anche alcuni farmaci.

Secondo quanto annunciato dal Mattino, a dare l’allarme sarebbero stati alcuni parenti della famiglia Cuozzo preoccupati perchè non avevano loro notizie da giorni. A recarsi nell’abitazione delle vittime sono stati i Carabinieri che avrebbero dovuto chiedere l’intervento di un fabbro per aprire la porta di casa. Una volta entrati nell’appartamento avrebbero purtroppo trovato i tre cadaveri.

Ad assere sconvolti di quanto accaduto sono stati anche il sindaco di Napoli Luigi De Magistris e l’assessore alla cultura del Comune di Napoli poichè la moglie di Cesare Cuozzo era sua sorella. Quest’ultimo dopo aver appreso la notizia si è subito precipitato a casa di Anna chiedendo spiegazioni ad un’altra sorella che vive sullo stesso pianerottolo della famiglia Cuozzo.

Cesare Cuozzo e la moglie erano molto conosciuti e stimati nel quartiere di San Giovanni a Teduccio. Una famiglia tranquilla che forse è stata turbata a causa dei problemi di salute dell’uomo.

Intanto sul posto stanno effettuando le dovute indagini i Carabinieri della Sezione investigazioni scientifiche, del Nucleo investigativo di Napoli e della Compagnia di Poggioreale. Per far luce sulla dinamica dei fatti bisognerà però attendere anche i risultati degli accertamenti medico legali che saranno effettuati sui cadaveri.

Lascia un commento

Back to Top