HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Cold CaseDelitti ItalianiOmicidio Tommaso Guzzetti: si segue la pista mafiosa

Omicidio Tommaso Guzzetti: si segue la pista mafiosa

di

Tommaso Guzzetti, era un imprenditore boschivo che avrebbe compiuto 54 anni tra qualche mese. E’ stato freddato con colpi di arma da fuoco a Sorbo San Basile, nella Presila Catanzarese. Gli assassini si sono dileguati nella boscaglia ma si segue la pista mafiosa per le modalità e le armi utilizzate. Indagano i carabinieri.

luogo omicidio guzzetti

Il fuoristrada di Guzzetti

L’imprenditore boschivo Tommaso Guzzetti, è stato vittima di un agguato e i suoi sicari l’hanno colpito con diversi colpi di fucile e di pistola. L’uomo era residente a Sersale e gestiva un’agenzia di viaggi e un’azienda di trasporto persone. Gli investigatori del reparto operativo provinciale e della compagnia di Catanzaro che stanno seguendo le indagini non escludono nessuna pista al momento.

Tommaso Guzzetti non aveva precedenti penali e da un primo controllo non risulta che fosse legato a gruppi criminali. Come ogni giorno, aveva raggiunto il cantiere a bordo del suo fuoristrada, quando è stato sorpreso da alcuni sicari che non gli hanno lasciato scampo.

La zona in cui è avvenuto l’omicidio è isolata pur trovandosi nei pressi della statale che porta al Lago del Passante. In quel momento non c’erano auto in transito e non ci sono testimoni. L’allarme è arrivato da una telefonata giunta al centralino dei carabinieri. Quando sono arrivati i medici è stato constatato il decesso e l’area è stata isolata per consentire ai carabinieri del reparto investigazioni scientifiche di trovare tutti gli indizi utili a fare luce sull’omicidio di Tommaso Guzzetti.

Dopo sole 24 ore sono trapelate le prime indiscrezioni. L’agguato e le armi utilizzate fanno pensare che sia un omicidio a stampo mafioso ma è molto difficile stabilirlo perché i killer si sono dileguati senza lasciare traccia. Guzzetti era un uomo onesto e generoso, amatissimo anche dai suoi dipendenti. Chi voleva la sua morte?

Fonte: Il Quotidiano della Calabria

Lascia un commento

Back to Top