HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
FemminicidioNewsOmicidio Valentina Tarallo: il senegalese fu denunciato dalla ex moglie per violenze domestiche

Omicidio Valentina Tarallo: il senegalese fu denunciato dalla ex moglie per violenze domestiche

di

Omicidio Valentina Tarallo: Djlby Ba, un senegalese di 36 anni è l’unico sospettato di essere l’assassino della ricercatrice torinese, uccisa a sprangate sotto casa, lunedì sera a Ginevra; il feroce omicidio, scambiato inizialmente per un tentativo di rapina, si è poi rivelato essere un femminicidio, è emerso infatti che la vittima aveva di recente troncato una relazione con un uomo violento.

Djlby BaGli amici di Valentina hanno raccontato che la ragazza aveva paura di un uomo di origine africana con il quale aveva iniziato una relazione sentimentale, ma  che aveva lasciato quando si era accorta che le differenze culturali creavano forti attriti tra loro,  soprattutto la gelosia di lui che le rendeva  la vita impossibile, quasi una persecuzione che aveva trasformato la relazione in un incubo. Valentina non ne aveva parlato con la famiglia probabilmente per non destare nei suoi cari preoccupazione.

Le conferme del comportamento violento e della natura dispotica di Djlbi Ba arrivano dall’indagine che gli inquirenti stanno effettuando e che li ha portati a Cislago, un centro del varesotto dove l’africano ha vissuto ed era sposato con un’italiana che lo aveva denunciato per violenze domestiche; la donna aveva sposato Djlbi Ba nel 2009 ma nel gennaio del 2014, stanca della impossibile accanto a quell’uomo prepotente si era rivolta alle autorità.

Nel verbale della segnalazione giudiziaria la donna dichiarò: “non lavora, non vuole che esca, non gli piace come mi vesto, e qualche volta mi ha anche picchiata. Il giorno del mio compleanno sono uscita con le amiche e quando sono tornata mi ha preso a schiaffi”.  

In quei giorni la donna preferì rifugiarsi a casa dei propri genitori, dove rimase per qualche tempo; al suo ritorno nella sua abitazione del marito africano non vi era più traccia, era scomparso e con lui i suoi effetti personali; all’anagrafe di Cislago in seguito fu dichiarato  irreperibile perchè nessuno sapeva dove fosse. Purtroppo l’uomo scelse la Svizzera come rifugio ed entrò nella vita di Valentina…distruggendola.

 

Lascia un commento

Back to Top