HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsOmicidio Varani: no ai domiciliari, Marco Prato resta in carcere

Omicidio Varani: no ai domiciliari, Marco Prato resta in carcere

di

marco pratoL’omicidio di Luca Varani continua ad essere uno dei principali protagonisti delle tristi e sanguinose storie di cronaca. A parlare questa volta è Pasquale Bartolo, legale di Marco Prato, uno degli assassini del giovane

Pasquale Bartolo ha cercato di convincere i giudici del riesame a far scarcerare Marco Prato, il quale è stato accusato insieme a Manuel Foffo dell’omicidio di Luca Varani. Secondo il legale del giovane, quest’ultimo sarebbe stato soltanto succube di Foffo e a dimostrarlo ci sarebbe il fatto che al delitto il giovane pr non avrebbe scagliato nemmeno un colpo contro la vittima: “Prato è succube di Foffo, ma non ha ucciso Varani. C’è una differenza sostanziale tra le posizioni dei due arrestati: Prato non ha dato nè martellate nè coltellate. È stato lo stesso Foffo a dichiarare di avere inferto i colpi che hanno provocato la morte di Varani. Quanto all’ipotesi del concorso nell’omicidio, si tratta di una valutazione investigativa che non regge perché il mio assistito si è limitato a contattare Varani invitandolo a raggiungerlo in quella casa per fare sesso e consumare droga in cambio di 150 euro“.

Per la difesa le parole del legale andrebbero però in contrasto con quanto dichiarato dallo stesso Marco Prato durante l’interrogatorio di garanzia, dove il pr aveva raccontato di aver stretto tra le sue mani il collo di Luca Varani, senza però riuscire a toglierli la vita. Per il gip inoltre, quello di Varani sarebbe un omicidio senza alcun movente e senza nemmeno il pentimento degli assassini, cosa negata invece da Pasquale Bartolo: “Prato si è inflitto la pena di morte, tentando di suicidarsi“.

Nonostante tutto però, il Tribunale del Riesame ha respinto la richiesta di Bartolo, che voleva per il suo assistito gli arresti domiciliari. Marco Prato resta dunque in carcere.

 

Lascia un commento

Back to Top