HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidio Veronica Balsamo: iniziato il processo contro Emanuele Casula

Omicidio Veronica Balsamo: iniziato il processo contro Emanuele Casula

di

Veronica Balsamo è stata uccisa e gettata in un burrone da Emanuele Casula, suo amico. Era il 23 agosto 2014. In questi giorno è iniziato il processo e la sentenza è prevista per gennaio 2016.

veronica balsamoLa mamma di Veronica Balsamo non ha mai smesso di lottare per ottenere giustizia per sua figlia e si è appellata ai magistrati affinché non concedano sconti di pena ad Emanuele Casula. L’omicidio è avvenuto a Grosotto in provincia di Sondrio e due mesi dopo il ragazzo aveva confessato tutto dicendo che aveva ucciso lui l’amica. É stato seguito dagli psichiatri e i giudici hanno riconosciuto che quando ha agito si trovava in uno “stato di seminfermità mentale” dovuto all’abuso di alcol e sostanze stupefacenti.

Questo elemento comunque non dovrebbe condizionare il processo perché Emanuele Casula dopo la confessione aveva chiesto di essere processato con il rito abbreviato per usufruire dello sconto di 1/3 della pena. Il giovane assassino potrebbe cavarsela con una pena leggera, ecco perché Sonia Dalla Valle è così amareggiata. La donna non ha mai perdonato il ragazzo che, pur abitando a pochi passi da casa sua, non ha mai chiesto scusa.

Quel 23 agosto, Emanuele Casula e Veronica Balsamo erano appartati in auto, lungo una stradina che costeggia i boschi. Ad un certo punto hanno iniziato a litigare, lui ha preso una pietra e l’ha scagliata contro la ragazza, uccidendola. Si sbarazzò del corpo gettandolo nel burrone. Fuggì via a tutta velocità, poi si cappottò e proseguì a piedi verso il paese dove scatenò la sua rabbia contro Gianmario Lucchini, un uomo di 35 anni ormai ridotto un vegetale. La cosa più inquietante è che poi andò a bere con i suoi amici come se niente fosse. Emanuele Casula ha la mentalità di un criminale. Le prossime udienze si terranno il 14, 21 e 28 gennaio 2016.

Lascia un commento

Back to Top