HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsOmicidio Zito: la moglie in lacrime davanti ai Giudici
omicidio zito

Omicidio Zito: la moglie in lacrime davanti ai Giudici

di

L’omicidio Zito è uno dei casi di cronaca nera più trucidi degli ultimi anni. Rosa Anaclio la giovane vedova di Antonino Zito non è riuscita a trattenere la sua rabbia quando è stata chiamata ad intervenire in Corte d’assise. Il fruttivendolo dopo essere stato freddato a pistolettate venne bruciato.

omicidio zitoGli imputati per per l’omicidio Zito sono Carmelo Ferrara, Pietro Mazzara e Maurizio Pirrotta. Su di loro pendono due accuse: omicidio e distruzione di cadavere. Il corpo venne ritrovato a Santa Flavia. L’omicidio Zito è maturato nell’ambiente della criminalità. Era finito in carcere tre volte ed era uscito grazie all’indulto.

Rosa Anaclio sapeva tutto quello che faceva Antonino e che aveva avuto dei problemi con Mazzara per assumere il controllo dello spaccio di droga della zona. La vedova racconta che i responsabili della camera mortuaria non volevano farle vedere il corpo del marito. Ad un certo punto della sua deposizione si sente male e viene accompagnata fuori. Dopo una pausa di 10 minuti rientra in aula e il pm Bonaccorso fa una serie di domande dirette. Mentre l’imputato ascolta in silenzio le accuse rivolte da Rosa, i suoi parenti insorgono e il presidente li fa allontanare. La vedova parla anche dello schiaffo dato a Mazzara davanti alla camera mortuaria e dell’incendio del chiosco di bibite gestito da un altro degli imputati dove sarebbe stato bruciato il corpo del cadavere.

Sin dall’inizio, l’omicidio Zito ha assunto i contorni di un regolamento di conti. Spetta alla moglie difendere l’onore di Antonino e di mettere a tacere tutte le voci che girano ancora sul suo conto, ma spetta ai giudici assicurare alla giustizia i responsabili.

Lascia un commento

Back to Top