HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOrrore a Biella: nasconde il cadavere della madre ultracentenaria nel congelatore

Orrore a Biella: nasconde il cadavere della madre ultracentenaria nel congelatore

di

Irma Borgoglio era amata da tutti, la nonnina avrebbe dovuto spegnere 103 candeline la scorsa settimana, ma da mesi il cadavere dell’ultracentenaria era nel congelatore. Indagato il figlio.

carabinieriQuello che è stato scoperto in frazione di Biella, a Bellavista di Trivero, sembra un racconto dell’orrore. Eppure ieri mattina i carabinieri hanno aperto le indagini sulla morte di Irma Borgoglio, una donna ultracentenaria che avrebbe dovuto spegnere 103 candeline la scorsa settimana. Nessuna festa per lei morta intorno al mese di marzo, secondo quanto stabilito dai primi accertamenti del medico legale. La signora Irma era molto conosciuta per la sua simpatia ed era amata da tutti, sono stati proprio i vicini a denunciare la scomparsa, preoccupati per lo strano silenzio che c’era da mesi e per le sue condizioni di salute.

La donna viveva con il figlio di 63 anni, Pierangelo Bussolera. Come riporta La Stampa l’uomo è stato già ascoltato dai carabinieri e deve rispondere dell’accusa di occultamento di cadavere. Secondo le prime indiscrezioni pare che non abbia denunciato il decesso dell’anziana madre per continuare ad intascare i soldi della pensione. Molto spesso madre e figlio litigavamo, anche per questioni economiche. E quando i vicini gli chiedevano come stava Irma, Pierangelo diceva che non stava bene, aggiungendo che aveva bisogno di tranquillità.

Le notizie sono ancora piuttosto confuse, ma è certo che il cadavere dell’ultracentenaria sia stato trovato vicino ad un congelatore. È probabile che l’uomo, agitato per l’arrivo delle forse dell’ordine, abbia tirato fuori i resti della madre per cercare di convincerli che Irma aveva avuto un malore. I vicini però hanno riferito che l’acquisto del congelatore era recente, tanto che si sono insospettiti, visto che oltre a loro due non viveva nessuno nella casa.

L’ultracentenaria e il figlio sessantenne si erano trasferiti nella piccola frazione in provincia di Biella lo scorso anno. L’appartamento prima veniva utilizzato solo per le vacanze. Da quando erano arrivati a Trivero, Bussolera viveva solo con la pensione della madre e aveva lasciato il lavoro.

Lascia un commento

Back to Top