HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsPakistan, due fratelli escono di prigione e mangiano un bambino

Pakistan, due fratelli escono di prigione e mangiano un bambino

di

pakistanUna scioccante notizia è arrivata da Lahore, in Pakistan. Due fratelli pakistani hanno rubato il corpo di un bambino per poi mangiarlo

Secondo quanto riportato dalla BBC al momento del blitz della Polizia locale uno dei due cannibali è stato arrestato mentre l’altro è riuscito a scappare. I due fratelli erano già conosciuti alle forze dell’ordine per aver trafugato nel 2011 il cadavere di una donna alla quale avevano tagliato gli arti inferiori per trasformarli in curry.

Inoltre, nei pressi della loro residenza in passato erano stati trovati i resti di ben 150 persone che probabilmente erano stati mangiati proprio dai due. Purtroppo però, il giudice all’epoca dei fatti ha potuto solo accusarli per aver profanato delle tomba dato che, in Pakistan non esiste alcuna legge per i reati legati al cannibalismo. Dopo aver scontato una pena di due anni, appena usciti dal carcere Arif e Farman Mohammad hanno ripetuto lo stesso ripugnante reato.

Questa volta gli agenti hanno fatto irruzione nell’abitazione dei due fratelli dopo che i vicini avevano denunciato un forte odore di carne in putrefazione provenire proprio da quell’appartamento. Poco dopo, l’agghiacciante scoperta della prova incriminante: “Abbiamo trovato la testa mozzata di un bambino di circa due o tre anni. Non è ancora chiara l’identità del bambino, così come il cimitero da dove il suo corpo potrebbe essere stato rubato. Durante l’interrogatorio iniziale, Arif ha ammesso di aver tagliato il corpo e di averlo cucinato, ma nega di averlo divorato, accusando il fratello.”

Una delle tante agghiaccianti storie che hanno turbato e sconvolto anche un alto responsabile della polizia del Pakistan che avrebbe addirittura dichiarato : “E’ la storia più terribile della mia carriera”.

Nelle ultime ore altri neonati sono stati ritrovati senza vita in una villetta dello Utah, negli Stati Uniti. In questo caso, ad ucciderli subito dopo essere nati sarebbe stata la loro “mamma”.

Lascia un commento

Back to Top