HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsPaolo Grassi, ex parà ucciso in Alaska: arrestato il presunto assassino

Paolo Grassi, ex parà ucciso in Alaska: arrestato il presunto assassino

di

Paolo Grassi, ex paracadutista di 33 anni originario di Varese, è stato ucciso in Alaska, precisamente ad Anchorage, città in cui viveva da alcuni anni. Nelle ultime ore l’ex fidanzato di una sua amica è stato arrestato e potrebbe essere accusato di omicidio

Paolo GrassiIl presunto assassino di Paolo Grassi potrebbe essere il 40enne Alvin Rodriguez Moya il quale avrebbe avuto in passato una relazione con la donna che il giorno dell’omicidio del 33enne si trovava con lui. Secondo una prima ricostruzione, Moya si sarebbe improvvisamente presentato a casa della vittima sabato sera. Dopo una furiosa lite si è passato all’aggressione che si è successivamente trasformata in un delitto. Il 40enne avrebbe infatti accoltellato a morte Paolo Grassi e ferito in modo grave la donna di 56 anni che era con lui che pare non sia stata ancora identificata.

L’assassino poche ore dopo l’omicidio, forse avvenuto per cause passionali, si sarebbe costituito alla polizia locale. Quest’ultimo potrebbe essere accusato di omicidio di primo e secondo grado, di tentato omicidio, di aggressione e di violazione di domicilio. Intanto, in attesa della prima udienza, Alvin Rodriguez Moya è stato trasferito nel carcere di Anchorage.

Paolo Grassi da qualche anno si era arruolato nell’esercito americano e dopo essersi divorziato dalla moglie, di origini americane che aveva conosciuto a Pisa, aveva iniziato a prestare servizio a Forte Richardson. Alcuni conoscenti hanno raccontato che il 33enne aveva deciso di tornare in Italia nel mese di agosto per trovare i propri parenti. Nella sua nuova città si era ben integrato, amava la pesca, ballava la salsa e pare che non avesse nemici.

La sua vita apparentemente tranquilla è stata distrutta in un attimo. Saranno le indagini a fare luce su questo delitto, a confermare la colpevolezza di Alvin Rodriguez Moya e a capire cosa abbia potuto scatenare la sua furia omicida.

Lascia un commento

Back to Top