HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti StradaliNewsPerez Corazon Abordo, uccisa da un’auto pirata: arrestata 17enne

Perez Corazon Abordo, uccisa da un’auto pirata: arrestata 17enne

di

Perez Corazon Abordo, 44 anni, è stata uccisa da un’auto pirata che ha ferito altre 8 persone. Gli autori della tragedia, che è avvenuta a Roma, sono tutti minorenni. Si tratta infatti di due ragazzi che sono ancora in fuga e di una 17enne che è stata fermata poco dopo il grave incidente

Perez Corazon Abordo

Perez Corazon Abordo è stata investita da una maledetta auto su cui viaggiavano ad alta velocità tre minorenni rom. Questi ultimi dopo l’alt ricevuto da una pattuglia per i dovuti controlli avrebbero invece accelerato nel tentativo di fuggire. E’ proprio durante la sfrenata corsa che il conducente dell’auto avrebbe investito un gruppo di persone. Tra queste c’erano anche la vittima Perez Corazon Abordo, due filippini, tre italiane, due francesi ed un moldavo molti dei quali sono stati soccorsi in codice rosso.

Poco dopo due dei ragazzi sono fuggiti mentre una 17enne è stata arrestata dalla polizia. Quest’ultima dovrà rispondere del reato di concorso in omicidio volontario.

Una tragedia che fa rabbia a tutti gli abitanti del quartiere in cui è avvenuto l’incidente e non solo: “Siamo di fronte a uno sciacallaggio politico e sociale. Gli autori dell’incidente sono assassini, non ha importanza che siamo Rom. Sono assassini che vanno puniti duramente per omicidio volontario. Adesso la gente ce l’ha con il campo Rom, ma vi pongo una domanda: se gli assassini fossero stati di un’altra città avremmo fatto la guerra a questa città? Non credo proprio”.

Un’amica di Perez Corazon Abordo ha inoltre voluto ricordare la 44enne con la quale aveva stretto un profondo legame di amicizia: “Con Cory eravamo molto amiche, era la madrina di mio figlio. Non sapevo niente fino a questa mattina quando mi ha chiamato il marito per dirmi quel che era successo… Non ci posso credere. Era il 1992 quando ci siamo conosciute. Per un periodo, dal 1997 al 2000, abbiamo abitato in uno stesso appartamento alla Camilluccia. Lei con il marito. Io con mio marito e mio figlio. Tutti insieme nella stessa casa, così da dividere le spese. Poi quando Cory è rimasta incinta, hanno deciso di andare ad abitare da soli. [..] Tra qualche giorno, il 4 o 5 giugno, sarebbe stato il suo compleanno, avrebbe compiuto 45 anni. E’ una disgrazia grande”.

Lascia un commento

Back to Top