HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsUltimissimePesaro: ritrovato il 17enne scomparso, è stato sgozzato

Pesaro: ritrovato il 17enne scomparso, è stato sgozzato

di

Si chiamava Ismaele Lulli, e aveva solo 17 anni, da ieri pomeriggio era scomparso,  ed è stato ritrovato cadavere in un dirupo a San Martino in Selva Nera, una frazione del Comune di Sant’Angelo in Vado, in provincia di Pesaro, Ismaele abitava in paese con la mamma. Quando è stato dato l’allarme dai familiari sono subito scattate le ricerche da parte dei carabinieri.

morto_ismaele_lulliMa solo alla mattina il corpo del giovane è stato avvistato da un uomo che stava passeggiando, l’uomo passando nei pressi del dirupo vicino a una chiesetta ha notato molte tracce di sangue, e poi ha visto i piedi del ragazzo spuntare dalla vegetazione.

I carabinieri seguono la pista dell’omicidio; le tracce di sangue avevano delineato il percorso che ha portato poi al ritrovamento del cadavere, che dai primi accertamenti pare sia stato trascinato li, probabilmente trasportato da un altro luogo e gettato tra la vegetazione; la gola della vittima presentava un profondo taglio.

Ismaele Lulli da ieri pomeriggio non dava notizie, era uscito di casa e scomparso nel nulla, dopo qualche ora però alla madre e alla fidanzata era arrivato dal numero di cellulare del ragazzo un sms che diceva: “voglio cambiare vita, vado a Milano, non cercatemi”. La madre allarmata dallo strano sms è andata in caserma a sporgere denuncia.

Purtroppo molto probabilmente il ragazzo era già morto; il cadavere è stato ritrovato pieno di sangue, anche il viso completamente ricoperto di sangue, gettato in una zona impervia, accanto a una croce di ferro; tantè che per recuperare il corpo si è reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco.

Nell’area di ritrovamento del cadavere per ora non sono state trovate tracce o oggetti utili alle indagini che procedono,  in attesa dell’esito dell’autopsia che verrà effettuata ad Ancona. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore di Urbino: Irene Lilliu; e condotte dalla squadra del colonnello Antonio Sommese, del comando provinciale di Pesaro; si attende l’arrivo del Ris di Roma che effettuerà i rilievi scientifici.

1 commento

  • GEMMA:

    CHIEDIAMO AIUTO A DIO… PERCHÉ IN UNA SOCIETÀ COSI AVVOLTA DAL MALE…DA NOI POSSIAMO FARCELA…
    SIAMO SULLA TORRE DI BABELE…AIUTIAMOCI UNO CON L’ALTRO.

Lascia un commento

Back to Top