HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Stragi di StatoPiazza Loggia: Processo spostato a Milano

Piazza Loggia: Processo spostato a Milano

di

Sono passati ben 40 anni dalla strage in Piazza Loggia e si iniziano a intravedere spiragli di verità

Dopo 40 anni dalla strage di Piazza Loggia la Corte di Cassazione, su richiesta della Corte d’Assise di Brescia ha annullato la sentenza di assoluzione emessa nei confronti di Carlo Maria Maggi e Maurizio Tramonte. Il processo si sposta a Milano e si apre cosi un ennessimo capitolo di questa lunga vicenda che ha segnato la storia italiana.

download (35)Una strage in cui trovarono la morte 8 persone e altre 102 rimasero ferite.  Era il 28 Maggio del 1974, quando alle ore 10.12 una forte esplosione segnò per sempre un città. Da allora sono passati ben 11 gradi di giudizio e 4 istrittutorie in cui si sono  state portate alla luce oscure vicende legate agli anni di piombo. Secondo quanto appreso fino ora, il mandante della strage fu Carlo Maria Maggi esponente di Ordine Nuovo, associazione politica di estrema destra attiva tra la fine degli anni 60 e i primi anni 70. Le prime indagini portarono infatti ad un collegamento tra l’esplosivo utilizzato e alcuni esponenenti della destra radicale che custodivano armi nella zona di Venezia.

Altra figura chiave della vicenda fu Maurizio Tramonte, coinvolto in altre sanguinose vicende degli anni ’70. Con il nuovo processo, la cui sentenza dovrebbe arrivare entro i prossimi due anni, la nuova istruttoria dovrà confermare il coinvolgimento degli imputati nella strocia vicenda.

Unici condannati al momento sono Carlo Digilio e Marcello Soffiati, considerati gli esecutori materiali della strage. Per i giudici milanesi si prospetta un gravoso compito, quello di cercare di porre una volta per tutte la parola fine sulle reali intenzioni di un strage che per troppo tempo è rimasta avvolta da cupi misteri.

Lascia un commento

Back to Top