HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiPietro Piras: assassinato a fucilate ad Arzana

Pietro Piras: assassinato a fucilate ad Arzana

di

L’ex ragionerie del comune di Arzana, Pietro Piras trovato morto nella sua auto

pietro-pirasQuasi certamente si tratta di un agguato, infatti in massi presenti sulla strada dove hanno trovato Pietro Piras fanno pensare che i killer hanno fatto scivolare delle grosse pietre per fermare l’ex ragionerie e dopo lo hanno freddato a colpi di fucile.
Pietro Piras era un ex ragionere del comune di Arzana in Sardegna ed aveva 68 anni, l’agguato è avvenuto ieri verso le 13.30, i sicari molto probabilmente due dopo aver messo i massi sulla strada lo hanno atteso nascosti dietro alla vegetazione.
L’ex ragionarie è sopraggiunto con il suo fuoristrada bianco ed i killer che potevano osservare tutta la scena dall’alto hanno scelto il momento adatto per colpire.
Il cadavere di Pietro Piras è stato scoperto una mezzora dopo da alcuni passanti che hanno visto il corpo insangunato e hanno immediatamente chiamato le forze dell’ordine.
Pietro Piras era sposato e lascia anche cinque figli, dei quali uno adottato dopo la morte del fratello. Aveva lavorato una vita per il comune di Arzana per poi una volta in pensione dedicarsi alla campagna e all’allevamento di bovini.
Il corpo dei carabinieri di Lanusei con a capo Danilo Cimicata stanno indagando sul movento dell’agguato. Hanno convocato in caserma i parenti e gli amici di Pietro Piras per ricostruire gli ultimi avvenimenti.
Circa sessant’anni fa nella famiglia Piras ci fù un altra morte violenta quella del fratello di Pietro, l’assassino all’epoca si costituì e dopo la condanna scontò la pena.
La famiglia Piras fu anche coinvolta nel 2003 nella cattura del latitante Pasquale Stocchino, infatti il ricercato (da ben 31anni) si era rifugiato proprio nei terreni dei Piras.
Gli inquirenti sospettano che l’omicidio possa essere maturato all’interno del mondo dei pastori per problemi e diaspore recenti.
Anche il sindaco di Arzana ha voluto manifestare la sua solidarietà alla famiglia Piras: “Per me era una persona seria e competente: fino al 2009 l’ho conosciuto in amministrazione per motivi professionali e da quel punto di vista era un uomo che sapeva fare il suo dovere. Non sono a conoscenza di altri episodi che nella sua vita potrebbero essere capitati”

Lascia un commento

Back to Top