HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsPregiudicato uccide la figlia, sei nipoti e poi si toglie la vita

Pregiudicato uccide la figlia, sei nipoti e poi si toglie la vita

di

pregiudicatoIl pregiudicato Donald Spirit, 52 anni, nel 2001 aveva ucciso il figlio di soli otto anni sparandogli alla testa e giustificando l’omicidio come un incidente di caccia. Dopo tredici anni ha deciso di ammazzare la figlia e i suoi sei nipoti per poi spararsi

L’ennesima tragedia familiare è avvenuta a Bell, in Florida. Il 52enne, già noto alle forze dell’ordine per numerosi reati e condanne per detenzione illegale di armi, maltrattamenti e aggressioni a minori, era in cura per problemi psichici.

Non è ancora chiaro cosa abbia spinto il pregiudicato a commettere questo pluriomicidio che ha stroncato la vita di sette innocenti vittime: Alana Stewart di soli 3 mesi, Brandon Stewart di 4 anni, Destiny Stewart di 5 anni, Johnathon Kuhlmann di 8 anni, Kylie Kuhlmann di 9 anni, Kaleb Kuhlmann di 11 anni e Sarah Lorraine Spirit di 28 anni.

Spirit dopo la strage ha chiamato il 911, numero locale riservato alle emergenze, dicendo che avrebbe potuto fare del male a se stesso e agli altri. All’arrivo di un poliziotto però, l’uomo si è rivolto l’arma contro e si è ucciso. I corpi senza vita delle vittime sono stati trovati poco dopo all’interno dell’abitazione in cui è avvenuto il delitto.

La cittadina di Bell composta da appena 350 abitanti è sotto shock e lo sceriffo locale, Robert Schultz, nel corso di una conferenza stampa ha dichiarato: “Non abbiamo nessun indizio sul motivo per cui quest’uomo ha fatto quello che ha fatto. Potremmo non saperlo mai. Ci sono alcune cose nella vita che si possono spiegare, altre no. Quì siamo come una famiglia e continueremo ad esserlo e riusciremo a superare quanto è successo”.

Eppure il pregiudicato apparentemente amava la sua famiglia, tanto che in una intervista nel 2013 aveva affermato di avere problemi psicologici e che le medicine non funzionavano: l’unica medicina che potesse alleviare il suo male era proprio la sua famiglia.

Lascia un commento

Back to Top