HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
UltimissimeProcesso Yara Gambirasio: i genitori oggi in aula
genitori yara gambirasio

Processo Yara Gambirasio: i genitori oggi in aula

di

Questa mattina è ripreso il processo contro Massimo Bossetti, accusato dell’omicidio di Yara Gambirasio. Non è ancora stato affrontata la questione del terzo profilo genetico perché dovevano essere ascoltati i familiari.

yara gambirasio_madre mauraMaura Panarese in aula ha provato a ripercorrere le ultime ore di vita di Yara Gambirasio. Il 26 novembre del 2010 la ragazza era molto contenta perché a scuola le avevano consegnato il pagellino e aveva scoperto di avere dei voti molto alti. Per la mamma di Yara Gambirasio, quelle sono le ultime immagini e forse quelli sono stati gli ultimi attimi di gioia dell’adolescente. Ricordiamo infatti che la 14enne di Brembate è stata ritrovata cadavere il 26 febbraio del 2011.

L’emozione è davvero tanta, e Maura Panarese ha sorriso. Non è l’unica dei parenti di Yara Gambirasio che deve testimoniare, ma sicuramente il suo racconto è quello più importante e restituisce dignità alla giovane vittima uccisa da un killer senza scrupoli. Se è stato Massimo Bossetti saranno i giudici di questo controverso processo a deciderlo. Il muratore di Mapello oggi indossava una camicia bianca e dei jeans e per la prima volta si è seduto accanto ai legali.

La madre di Yara Gambirasio ha risposto alle domande del pm e ha descritto la settimana tipo della figlia, soffermandosi sul 26 novembre del 2010. Dopo aver fatto i compiti Yara doveva andare in palestra per allenarsi e avrebbe dovuto portare anche lo stereo. «Mamma abbiamo un sacchetto?» aveva chiesto, e la donna ha risposto: «Figurati se guardano tutti te che porti lo stereo». Una tipica conversazione tra madre e figlia. Successivamente ha ricordato che Yara era in ritardo e l’ha contattata al cellulare, ma dopo 3 squilli è partita la segreteria telefonica. In palestra le hanno detto che la ragazza era uscita intorno alle 18.30 e il resto è cronaca.

Le prossime udienze sono previste per il 18 e il 23 settembre, mentre per ottobre ne sono state fissate 7. Secondo alcune indiscrezioni i giudici avrebbero acquisito anche una lettera scritta dal compagno di cella di Massimo Bossetti, un certo Loredano Bussatta, che ha raccolto le confidenze del muratore e l’ha descritto come un animale che non ha mai rivolto un pensiero alla povera Yara Gambirasio.

Lascia un commento

Back to Top